Fender Mustang III, un amplificatore a basso costo con tante funzionalità

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

La III versione del Mustang offre una potenza di 100 watt e un singolo altoparlante da 12 pollici, ma è ancora compatto e abbastanza leggero da trasportare comodamente con una mano. Dispone di una pulsantiera con uno schermo LCD e una grande ruota per i dati mentre le prese e gli interruttori sono in plastica e sono montati direttamente sul PCB al di sotto. All’accensione ci sono un massimo di 100 preset dove si può attingere una vasta gamma di modelli di amplificatori ed effetti. L’elaborazione del segnale digitale è tutto nuovo, secondo Fender. Inoltre dispone di 12 modelli di amplificatori con i classici ’65 Twin Reverb, ’59 Bassman e Champ ’57, più altri modelli come i classici Marshall e Vox  (British 1960, 1970 e 1980) e i più moderni (1990 americani e Metal 2000), per esempio.

Per selezionarne uno, basta premere e tenere premuto il pulsante ‘amplificatore’ selezionando la vostra scelta con la ruota dei dati. Spingendo la ruota dei dati due volte si inizia a vedere il percorso completo del segnale degli amplificatori e degli effetti. E’ possibile selezionare la  modulazione, delay, riverbero, phaser, flanger, overdrive, fuzz, tremolo, wah, compressore, filtri, Vibratone (rotary speaker), pitch shifting ecc. I Delay e i riverberi hanno dei toni vintage attraverso un ambiente ultra-moderno. A differenza di alcune emulazioni di ampli i singoli parametri degli effetti (a livello di drive e tono, profondità chorus, tremolo velocità e così via) sono molto regolabili – basta premere ripetutamente la rotella dati per selezionare le varie opzioni. Una volta selezionato un amplificatore desiderato e i modelli degli effetti, è possibile salvarli in preset dandogli un nome.

Vi è una opzione di modifica ulteriore tramite l’applicazione del software Fender Fuse, (per PC o Mac), collegando il Mustang III tramite USB è è possibile modificare i suoni a un livello più profondo. Ancora meglio, tramite l’applicazione Fuse è anche possibile salvare e condividere i suoni con altri utenti Fuse in tutto il mondo. C’è anche un jack per cuffie che funge anche da speaker-out. Se si utilizza l’ingresso aux per il lettore mp3, il suono attraverso le cuffie ha un range completo che è ottimizzato per la chitarra. Infine, il pedale incluso con due pulsanti si alterna su e giù per i preset nella sua più semplice modalità. Se volete maggiori funzioni ai piedi, lo switch a quattro pulsanti vi costerà 70,80 £, anche se è incluso con la Mustang IV e V.

Conclusione

I suoni disponibili includono un Classico tremolo e riverbero Fender, un pickup al manico blues, un fuzz punk brutale e un delay rock lead. I cabinet danno il senso della diffusione e dello spazio che ci si aspetta da un combo Fender, completo di riverberi fedeli. Il Mustang III non sarà come un ampli degli anni 60 come un Super Reverb, tweed Deluxe o un MesaRectifier, ma con tutte le funzioni che questo ampli offre, al prezzo di 300 € è semplicemente imbattibile.