L’Akai MPD32 USB-MIDI, una superficie di controllo con molte caratteristiche della serie MPC

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

L’Akai MPD32 USB-MIDI è una superficie di controllo ($ 259) che offre molte delle caratteristiche del dei modelli Akai MPC. L’unità dispone di 16 pad in gomma identici a quelli dell’MPC2500 con 24 controller Midi di cui: otto fader, pulsanti e encoder rotativi. Un unico pulsante di commutazione consente di accedere rapidamente a 64 note in quattro banchi e 72 pad MIDI CC in tre banchi. È possibile indirizzare ogni controllo a una delle due uscite su uno dei 16 canali MIDI per controllare contemporaneamente diversi dispositivi MIDI. I Controlli ausiliari includono la DAW di trasporto e dei pulsanti così come un dysplay LCD da 2.75 “(W) x 1.5” (H). L’MPD32 è Alimentato tramite bus USB ma è anche possibile utilizzare un alimentatore da 6V-1A DC. Sul pannello posteriore c’è un jack per due pedali e un pedale di espressione come anche le porte MIDI In e Out. L’unità funziona come interfaccia MIDI quando è collegata al computer tramite USB. Si tratta di un dispositivo piuttosto compatto da 15,2 “(L) x 2,75” (H) x 12.1 “(D) e pesa 5,4 libbre.

L’MPD32 detiene 30 preset, inclusi tutti i pad e le impostazioni del controller per tutti i banchi. Per configurare l’MPD32 è possibile utilizzare il software Vyzex. L’applicazione di editing Vyzex per l’MPD32 consente di modificare le impostazioni per ogni pad, fader, pulsanti, e le manopole salvandole in preset. I 16 pad sono il cuore dell’MPD32 e sono completamente programmabili. Le impostazioni globali comprendono la soglia, Sensibilità e velocità della Curva. I cuscinetti sono di solito impostati per inviare dei messaggi delle note MIDI, ma si possono anche utilizzare per il cambio del programma MIDI comprendendo i banchi MSB e LSB. Le impostazioni del pad includono le dei porte MIDI e canali, il numero delle note, il trigger e le modalità di pressione. Le modalità di trigger sono istantanee. Dei Tasti dedicati consentono di modificare il comportamento della Velocity del pad. Se siete alla ricerca di una superficie di controllo per il missaggio, l’editing synth e drum programming, l’MPD32 è un candidato degno. E’ già impostato per le DAW e molti strumenti virtuali, oltre ad essere uno strumento solido e robusto. L’unica pecca è che alcuni preset non sono aggiornati ma dovrete aggiornarli voi.