Elektron Octatrack DPS-1, un campionatore pieno di funzionalità

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

L’Elektron Octatrack DPS-1 è un campionatore ad otto tracce ed offre delle prestazioni dinamiche e come sequencer. Molti non utilizzano più i campionatori hardware solo perchè i software sono meno laboriosi e più semplici da usare. Octatrack adotta un approccio diverso da qualsiasi cosa attualmente sul mercato. Forse la domanda più importante non è se Elektron può reinventare il campionamento, ma se riesce a convincere il produttore medio di campionamento che l’hardware dedicato è ancora rilevante nell’epoca dei plug-in, dei gigabyte di RAM e del numero infinito di tracce. L’Octatrack è molto più di un campionatore. Con la fila di 16 tasti lungo la parte inferiore del pannello frontale l’Octatrack segue le orme di una Drummachine e Monomachine con l’inclusione di un sequencer. Inoltre il motore di elaborazione dell’Octatrack è radicalmente più avanzato rispetto alla maggior parte degli hardware attualmente sul mercato oltre al fatto che offre la completa libertà quando si devono manipolare loop e campioni. L’Octatrack offre otto tracce stereo più otto tracce MIDI. I campioni vengono memorizzati su una scheda Compact Flash con una capacità massima di 64 GB. Inoltre è possibile processare l’audio esterno attraverso gli effetti.

Durante l’uso la qualità audio dell’Octatrack è pulita e altamente usabile con le opzioni di manipolazione del campione. E’ possibile utilizzare su ogni traccia delle opzioni come il retrigger per degli effetti Beat Repeat. Le tracce possono essere instradate attraverso due effetti (o più con l’uso di altre macchine) scelti tra una gamma tra cui filtri, equalizzatori, compressori e riverberi. Per ogni canale di questo aggeggio troviamo tre LFO. La qualità costruttiva dell’Octatrack è eccezionale. I vari parametri offrono diversi livelli di precisione, con alcuni che richiedono più encoder portandoli da valori minimi fino a valori massimi. Le impostazioni di Micro-timing consentono di ottenere delle note spinte in avanti e indietro con dei passi da 1/384th, mentre un moltiplicatore del tempo permette alla traccia da riprodurre varie velocità da 1/8x a 2 volte l’impostazione globale. Le funzioni di blocco dei parametri note come Machinedrum e Monomachine permettono di impostare i parametri in modo indipendente per ogni trigger del campione. Si tratta di una macchina davvero complessa e ci vorrà un pò di tempo per conoscere tutte le sue funzionalità.

Ogni macchina MIDI consente una sola nota per passo anche se le tracce non sono strettamente monofoniche dato che possono essere attivate fino a quattro note contemporaneamente da ciascuna macchina MIDI dell’Elektron Octatrack DPS-1. L’unica vera debolezza dell’Octatrack è che cerca di fare tutto. Questo non è un problema se un pezzo di hardware funziona meglio di qualsiasi alternativa, ma in alcuni casi questo penalizza in termini di flessibilità. L’unico limite maggiore dello stesso hardware è l’assenza delle singole uscite. L’assenza di un editor non limita le potenzialità dell’Octatrack ma rende meno efficiente il flusso di lavoro. La programmazione dell’Octatrack comporta la modifica fino a 16 tracce singole, ognuna delle quali può contenere delle scene multiple. Di conseguenza la programmazione di un intero progetto per un live set o una sessione in studio può richiedere una quantità notevole di tempo. Nel complesso posso dirvi che si tratta di uno strumento davvero versatile che potete acquistare ad un prezzo che si aggira sui 1400€.