Godin Shifter 4, un basso con dei buoni toni solidi

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Il basso Godin Shifter 4 scaturisce un bel calore e presenza con qualunque pickup selezionato. Il collo è in proporzione con quello di un Jazz Bass con un profilo del collo a ‘D’. La denominazione ‘low-pull’ sui magneti Alnico si riferisce alla loro potenza relativamente bassa per evitare che questi interferiscano con le vibrazioni delle corde. Il controllo del volume master è supportato da una manopola del tono e un selettore a 5 vie in stile Stratocaster. Il selettore non funziona nel modo tradizionale in modo da ottenere la classica posizione 1-5: collo / centro, manico / ponte, medio, medio / ponte e ponte. I toni prodotti dal collo / centro e centro / ponte vanno bene per il funky, mentre l’abbinamento manico / ponte è eccellente per aggiungere al tono calore e presenza. Come tutti gli strumenti passivi il controllo del tono è limitato nella gamma. Se si ha bisogno di un pò di più rotondità bisogna spegnere il controllo del tono. Si tratta di un basso bello da suonare con un enorme balzo in avanti in termini di progettazione di Godin. Questo basso offre una tastiera in acero o in palissandro, quindi c’è da aspettarsi una risposta generalmente più brillante. Qualsiasi combinazione dei pick-up del basso Godin Shifter 4 garantisce un buon suono solido. Questo basso è una scelta eccellente ad un costo che si aggira sui 1150€.