Keith McMillen presenta il comando a pedale SoftStep con il QuNeo, un altro controller ibrido e tattile

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Keith McMillen presenta il comando a pedale SoftStep con il QuNeo, un altro controller ibrido e tattile. Basato su una lastra colorata di cursori, pad e switch – soprattutto per batteria e percussioni, in cui ogni pad offre delle enormi quantità di controllo creative con le opzioni di trigger. Il QuNeo è un progetto di Kickstarter: Keith è attualmente alla ricerca di un totale di 15.000 dollari per farlo decollare.

Keith McMillen QuNeo specifiche

Pads tattile, Slider, sensori e interruttori rotativi. Ognuno dei 27 pad, cursori e sensori rotativi permettono il controllo della velocità, posizione e sensibilità. Anche i 17 interruttori rispondono a quanto si preme duramente. Uno schema Led notevole combina una variabile diffusiva di 251 LED multicolore fornendo un feedback visivo che è immediatamente reattivo e deliziosamente informativo. 16 pad quadrati forniscono 127 livelli di risposta della Velocity e la pressione continua per ogni pad. Sedici volte. 2 superfici rotanti consentono il trigger delle frasi, l’allungamento e la restrinzione dei file audio, la manipolazione dei controller continui e molto altro ancora. Ogni sensore rotativo misura l’angolo, la pressione e la distanza dal centro. 9 slider sensibili al tocco possono essere mappati ai controlli dei fader e degli effetti. Il Multi-touch consente di selezionare una lunghezza compresa tra due dita per impostare le posizioni stereo o le risonanze del filtro. Toccando un cursore è possibile disattivare o attivare qualsiasi traccia o funzione. Gli interruttori sono situati in raggruppamenti intelligenti per selezionare i campioni, i fader e i controlli di trasporto. Ciascuno degli switch può eseguire la scansione su e giù attraverso i file a velocità variabile attraverso il tocco. Il QuNeo lavora con le porte USB, MIDI o OSC e comunica con i software daw musicali. Gli utenti più avanzati e i programmatori possono utilizzare il kit thedevelopment e API per creare il proprio codice per rispondere ai dati del sensore QuNeo. Per far decollare questo progetto Keith McMillen ha davvero bisogno del vostro aiuto, dategli dei soldi hihih.