Thermionic Culture Phoenix SB Sidechain, un compressore stereo valvolare creativo che offre un impatto solido e dei transienti brutali

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Thermionic Culture Phoenix SB Sidechain, un compressore creativo che offre un impatto solido e dei transienti brutali

Il Thermionic Culture Phoenix SB Sidechain è dotato di due fasi del filtro taglia bassi per i circuiti rivelatori del sidechain aggiunge un interruttore standby e una spia. Con l’alimentazione principale, la modalità standby tiene la corrente HT (HT = Alta Tensione, tensione essenzialmente alta) per le piastre della valvola a poco meno della metà del suo valore operativo. Mentre il massiccio meter della riduzione del guadagno misura la corrente attraverso l’ingresso / compressione valvolare a ‘mezz’asta’ (poco meno di 6 dB) in modalità standby. Tra i metri vi è un miglioramento per il più recente: ci sono due fori per la regolazione del meter a zero. Phoenix riprende una dimensione da 3U con la sua classica finitura nera lucida. I controlli sono semplici, ben distanziati tra loro e hanno la sensazione di qualità che ci si aspetta per un peso di 3.5K.  I due canali dell’ingresso offrono le funzioni: gain, attacco, rilascio, soglia e regolazione dell’uscita con degli interruttori a levetta per il bypass e il raccordo dei canali, e due interruttori rotativi per i filtri sidechain per il taglio dei bassi. Poiché si tratta di un progetto soft-knee o vari-mu non c’è nessun controllo del rapporto, quindi l’azione principale avviene con l’equilibrio del guadagno di ingresso e della soglia, usando l’assetto dell’uscita per compensare la riduzione del guadagno. Il taglio dei bassi avviene tramite due impostazioni attive: 150Hz e 300Hz. Quando i canali sono collegati consente una terza frequenza (225Hz), quando la prima e la seconda posizione viene selezionata in due tagli bassi.

Questo aggiunge flessibilità alla compressione del sottogruppo e del mix-buss. Molti compressori e limiter hanno una gamma in cui eccellono, ma al di fuori di queste sarete alla ricerca di un’unità diversa. Questo strumento può fornire un impatto solido e dei transienti brutali. Il Phoenix fornisce un controllo esigente del monitoraggio e del mix dei ruoli, così come un sacco di possibilità creative. La qualità del percorso del segnale è evidente quando si raggiungono gli estremi di riduzione del guadagno (~ 20dB). Questo è un compressore che si stringe fino a quando il succo essenziale viene mantenuto. Appena venuti a conoscenza di quanto il Phoenix può comprimere senza rovinare il suono, evapora qualsiasi timidezza con le manopole e alcuni pesanti esplorazioni aprono delle nuove possibilità dinamiche. Il guadagno dell’ingresso può essere usato per guidare il suono fino alla distorsione, l’ispessimento e la dolcificazione del segnale. Il controllo dinamico può rapidamente portare avanti una fonte senza perdere la chiarezza. Una batteria può suonare stellare e incisiva. I controlli dell’attacco e il rilascio sono molto più creativi rispetto a molti compressori, facilitando una maggiore manipolazione musicale. I filtri a basso taglio possono fare davvero la differenza. La caratteristica del vari-mu è che permette un controllo così trasparente mantenere i segnali sotto il punto di clipping della conversione A / D permettendo di ottenere un suono pompato. Come con tutti gli attrezzi di Thermionic Culture il Phoenix SB Sidechain è cablato a mano e utilizza dei componenti di elevata qualità (le valvole Mullard e Siemens e i trasformatori personalizzati Sowter). Il prezzo di questo compressore si aggira sui 3800€.