10 passi da seguire per fare una buona registrazione vocale

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

10 passi per ottenere il massimo da una sessione vocale

Quando creiamo, organizziamo, modifichiamo e mixiamo una canzone perfetta otteniamo così un assorbimento di tutti i componenti di una canzone, ma non dimenticate che la stragrande maggioranza delle persone che ascoltano musica si concentrano soltanto sulle parti vocali. Ebbene questo tutorial vi spiegherà, passo dopo passo, i processi per aiutarvi ad ottenere il massimo dalla vostra sessione vocale!

fase 1: Se state per registrare un cantante , vi chiedo, lo avete mai incontrato prima? Se non l’hai incontrato il tuo cantante bisogna rompere il ghiaccio gia’ da un paio di giorni prima. Ciò può contribuire ad evitare qualsiasi imbarazzo ed è un occasione potete far rimbalzare le idee creative a vicenda.

Fase 2: Scopri la gamma migliore della sua voce

Ho visto altri studi di registrazione che non hanno mai verificato la gamma dei loro cantanti. La maggior parte delle DAW ora rendono facile modificare la chiave di un brano attraverso l’uso di una funzione dedicata al Tranpose – questo vi può rendere la vita facile se state usando strumenti virtuali .


Passo 3: Invia la canzone prima di registrare
E ‘una grande idea inviare un brano al cantante in anticipo. Anche se non ci sono tracce di voce, un mix approssima quello che hai fatto dando al cantante un’idea delle emozioni che ottiene dal brano.

passo 4: Conoscere la canzone in anticipo. Se possibile è sempre meglio se il cantante conosce la canzone in anticipo e, idealmente dovrebbe conoscere il testo della canzone in anticipo in modo da salvare una gran quantità di problemi. Se il cantante è costantemente alla ricerca del foglio del testo su un leggio durante la registrazione, il cantante sarà costantemente in movimento con la testa per vedere i testi.

Fase 5: Posizionamento del microfono. La distanza ideale per registrare una voce e dai 10cm ai 25cm, pero non c’e una regola ben precisa, e tutto in base all’ effetto che si vuole ottenere, alcuni miei colleghi registrano anche a 2cm dalla capsula del microfono per avere un effetto di maggiore dettaglio, presenza ed intimita, mentre altri miei colleghi tecnici del suono addirittura registrano dai 40cm fino ad arrivare esageratamente a quasi se non più di un metro per avere un effetto “stanza”, se registrate il cantante lontano dalla capsula diminuiranno le basse frequenze ed anche le alte restituendo un suono piu medioso.

Se la stanza non e ben trattata acusticamente dovete camminare nella stanza e applaudire. Dove si trova la risonanza ? cercate di non registrare in prossimita degli angoli e quindi e bene stare alla larga dalle zone che risuonano perche possono aumentare le basse frequenze in una registrazione facendo diventare il suono più cupo. Se hai più di un microfono a registrare più traccie con i vari microfoni in modo da confrontare i risultati.
Vi può essere d’aiuto in una stanza non trattata il reflexion filter prodotto dalla se electronics. Si tratta di un aggieggio portatile che va piazzato dietro al microfono per diminuire le riflessioni ambientali. E buono posizionare il microfono leggermente inclinato come nell’immagine sottostante. Questa tecnica può aiutare a combattere il problema comune dei cantanti che cantano “verso l’alto” ed aiuta anche a ridurre i problemi causati dalle sibilanti (cioè, “S” o “Z” ).

Fase 6: Controlli. Dopo tutte le considerazioni ci possono essere alcuni controlli da fare mentre il cantante è all’opera
* È la stanza troppo calda o fredda?(Questo può provocare danni per corde vocali!)
* avete spento i cellulari? il telefono!
* Se hai un microfono valvolare, l’hai scaldato prima?
* la stanza e trattata acusticamente? se non lo e’ come possiamo intervenire? al momento posso dirvi che sto preparando una guida su come aggiustare l’acustica di una stanza quindi seguite i miei tutorial nelle altre pagine del sito.
* infine vi consiglio di usare un po di compressione in fase di registrazione per evitare che la voce va in distorsione, vi consiglio una compressione molto leggera con la soglia a -20 e la ratio a 2.1 , per l’attacco e il rilascio lasciate un parametro stardard al centro o in automatico.
* infine consiglio di aggiungere un po di reverbero durante la registrazione in modo che il cantante sente impastare meglio la voce nel mix, ma attenzione, la voce deve essere registrata cruda senza effetto, ci sono dei trucchi per mandare l’effetto soltanto nell’ascolto, ne parleremo un altra volta di questo argomento.