CANTO E CONTROCANTO IN MIX

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

 Fase 1 – la fase di monitoraggio
Prima di tutto dobbiamo registrare la voce ed i cori in modo diverso, ad esempio per la voce principale si può usare un pre a valvola per dare maggiore definizione, mentre un preamplificatore non valvolare si può usare sui cori. Si potrebbe anche provare ad utilizzare dei microfoni diversi  per aggiungere dei colori differenti.

Fase 2
Per ogni traccia vocale si registra – ottava, quinta etc -a questo punto un altra registrazione esattamente la stessa per ogni traccia che abbiamo registrato, per avere l’effetto stereo. volendo si potrebbero anche duplicare le tracce senza ricantarle, ma io consiglio di farle ricantare perchè proprio l’imperfezione tra le 2 tracce uguali creano piccole sfumature diverse nel cantato e rendono un suono piu focalizzato e potente.
 
Fase 4
Registrazione di più voci! Al fine di creare il suddetto muro del suono ci devono essere un sacco di voci. per i cori solo due differenti con una traccia in alto, (falsetto o ottava) e una traccia ad un quinto al di sotto.
 

 
Fase 5
Provate un po di voci ooohs’ e ‘ahhhs’,alcuni alti, alcuni bassi e alcuni non del tutto a seguito della voce. Ciò aggiunge tessuto al suono e aiuta a incollare il tutto.SUGGERIMENTO: non eseguire le operazioni di missaggio se non sei pronto.
 
Fase 6
inserisci il Pan su tutti i cori sia a sinistra che a destra verificando che tutte le tracce suonano. Ricorda di non esagerare nello spostare l’immagine stereo di una traccia a sinista o destra..

Fase 7 –
tagliare ed eliminare tutte le parti vuote delle tracce in modo da evitare di sentire dei rumori di fondo e fastidiosi click. usare il fade all’ inizio ed alla fine del cantato se necessario dove avvolte possono esserci respiri in eccesso o attacchi troppo duri.

Passo 8
I Pan dei cori intorno al campo stereo non devono essere messi del tutto a sinistra o a destra .
Non esiste una regola vera e propria per fare una panoramica, però si possono tenere in considerazione questi consigli, i controcanti più bassi possono essere spostati abbastanza a destra o a sinistra tramite il pan in modo che in presenza della traccia vocale principale non viene offuscata. Le parti alte possono essere posizionate più vicine al centro, se capita che le tracce vocali hanno delle parti alte nello stesso punto e nello stesso range di note bisogna allontanarle tramite il pan, ad esempio se ci sono due tracce vocali stereo in falsetto si può posizionare una coppia più vicina al centro e l’altra piu verso destra e sinistra.
 
Fase 9
Questa parte è molto importante e può realmente dare alle tracce la separazione di cui hanno bisogno.
  • Tagliare tutto sotto i 70-80Hz. sono solo frequenze bassissime che non servono,quindi iniziamo a fare pulizia nel mix.
  • incrementare intorno i 160Hz per voci maschili, e sui 200-250Hz per le voci femminili se si vuole gonfiare la voce, anche se questo va fatto in base sia alla voce che ai gusti di ogni tecnico.
  • incrementare intorno i 3kHz dara’ una maggiore definizione alla voce mentre incrementare dai 7 ai 12kHz la voce acquistera’ presenza, brillantezza e chiarezza portando la voce più vicina nel mix .devo dire che questo range di frequenze e molto importante dove in tutte le voci un minimo di intervento in questa zona di solito và fatto

Infine vi consiglio di non fare tanti esperimenti sulla voce perchè in genere se la ripresa e fatta bene si può anche evitare di equalizzare, dovete pensare che la distanza dal microfono e l’ambiente stesso influiscono sulle freq, ad esempio essere troppo vicini al microfono fà aumentare le basse e le altre frequenze dando meno risalto ai medi, mentre se registrate ad una distanza maggiore il suono diventa piu medioso perdendo un pò di bassi ed alti, voi dovete cercare il giusto compromesso. Quindi dovete equalizzare davvero pochissimo, applicare un compressore ed un filo di effetto, non bisogna esagerare con gli effetti e sopratutto con i plugin che possono fare piu danni che il resto se si abusa.

Fase 10 – EQ voce il sostegno
prendere un filtro passa-alto per ciascuna traccia vocale, ma non utilizzare la stessa quantità per ciascuna parte.Se ci sono due parti simili – per esempio – in una traccia si puo tagliare dai 95Hz in giu mentre sull’altra dai 164Hz in giu. In questo modo non si confondono nel mix. Io in genere enfatizzo un controcanto intorno ai 500hz, mentre per l’altro controcanto attenuo sui 500Hz. Prova ad essere più brutale con le altre tracce in modo da spingerle fuori strada. Iniziamo a tagliare un sacco di bassi tagliando dai 250hz in giu ed incrementiamo un po intorno i 4-5kHz. come vedete la campana dell’ eq non e stretta quindi andiamo ad intervenire su un bel po’ di frequenze. Ricorda che è più importante attenuare delle frequenze piuttosto che aggiungerle

 
Fase 11 – usando la compressione
Per mantenere la voce coerente e forte bisogna usare un compressore a bassa soglia , in modo da comprimere la maggior parte del segnale, puoi impostarlo intorno a -14 la soglia. Un rapporto di circa 3:1 o 4:01 per la ratiocontrollerà il suono ma se il cantante è molto incoerente, un più alto rapporto contribuirà a regolare meglio le dinamiche.
 

 

 

3 thoughts on “CANTO E CONTROCANTO IN MIX

  1. Ciao davvero molto bello questo sito e sopratutto completo, mi sono iscritto al vostro feed rss in modo da essere aggiornato automaticamente ogni volta che postate notizie riguardanti al canto. Saluti..

  2. Eh ci credo, strumenti musicali info oltre ad esistere già da parecchio tempo, è il sito numero uno di recensioni per musicisti.

Comments are closed.