Marshall JVM410HJS Joe Satriani Signature, un amplificatore super flessibile

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Il Marshall JVM410HJS Joe Satriani Signature è un amplificatore per chitarra dotato di un circuito stampato che comprende le basi delle valvole e tutti i controlli del pannello frontale. Tuttavia, si tratta di schede di elevata qualità, montate nel telaio con fori passanti placcati e un sacco di distanziali per una struttura rigida e robusta. Il pannello di controllo del JVM è altrettanto impressionante, con non meno di 28 controlli rotativi. Mentre gli amp Joe JSX dispongono di tre canali con EQ attivo e un noise gate, il JVM è una vera e propria testata a quattro canali, con gestione separata dei canali Clean e Crunch e due canali lead chiamati OD1 e OD2. Ogni canale dispone di manopole per il guadagno, volume, bassi, medi e alti. I JVM standard dispongono di un riverbero digitale con quattro controlli di livello separati, ma la versione Satriani ha cambiato questa impostazione per un noise gate con i controlli di soglia individuali per ogni canale. Infine rimangono quattro manopole, 2 per il volume e 2 per il controllo della presenza e della risonanza. Ogni canale è in grado di offrire tre modalità di voci diverse. Tutti i canali e le modalità sono in perfetta sintonia alle esigenze di Joe. I canali OD1 e OD2 hanno un guadagno inferiore rispetto ad un JVM, ma in realtà sono identici. Sul retro del JVM ci sono 5 uscite speakers, un loop effetti con il controllo del livello del ritorno e un paio di insert jack con un interruttore di bypass.

C’è anche un uscita di linea jack con le emulazioni degli speakers e un altro jack per il controllo tramite il pedale. Infine, il JVM ha un paio di porte MIDI che permettono di controllare in remoto i dispositivi di effetti midi. Il canale pulito con la modalità verde attiva offre un suono britannico brillante e cristallino che con un pò di compressione e chorus è spettacolare. La modalità arancione impegna il master e ingrassa ulteriormente il suono, mentre la modalità rossa aggiunge ancora più guadagno per un tono che si ferma poco prima di essere un vero e proprio suono crunch. Il canale crunch mette la sezione di guadagno prima dell’EQ per la tipica risposta di Marshall: qui, la modalità verde emula il tono dei primi JMP, la modalità arancione cattura alcuni dettagli tipici del JCM800 e la modalità rossa aggiunge più guadagno per un tono caldo JCM800 rodded che ha caratterizzato le chitarre rock del 1980. Come dicevo prima, i due canali lead sono identici e basati sullo standard OD1 lead, ma hanno un mid-shift che può modificare uno o entrambi i canali nel leggermente scavato OD2. Il canale pulito offre dei toni chiari e incisivi che in modalità arancione possono offrire dei suoni più burrosi che ricordano quelli di una Les Paul. Il canale crunch offre il classico suono Marshall. Infine i 2 canali lead come dicevo prima offrono un pò di guadagno in meno rispetto ad un JVM standard. Il noise gate è semplice da utilizzare e si rivela abbastanza utile, uccidendo la maggior parte ronzii e fruscii senza schiacciare la dinamica dei vostri suoni. Con quattro canali, 12 modalità di guadagno e nove strutture distinte, è sicuramente un passo in avanti rispetto alla serie JSX sia in termini di funzionalità che di controllabilità, offrendo nello stesso tempo un buon rapporto qualità prezzo.