La Rai costringe YouTube a togliere quarantamila filmati

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

I filmati della Rai, tra cui quelli di sanremo, benigni, mina, ecc. non saranno più presenti su youtube che dovrà rimuovere oltre 40.000 video. Il motivo di questa decisione è che i 40.000 video caricati non rendono più di 700.000 euro l’anno, quindi la cifra è bassa. YouTube vende le pubblicità riconoscendo alla rai una percentuale bassa, anche se le 2 società hanno cercato di rivedere le cose, non sono riuscite a tovare un accordo. I video della rai sono destinati a finire sul sito della rai, io onestamente neanche me lo cago quel sito. Intanto la rai permetterà di far visualizzare i suoi video su altre piattaforme concorrenti a youtube, ma il logo della rai dovrà essere sempre ben visibile. La Rai inoltre vuole avere il potere di decidere quale pubblicità accettare e a quale prezzo. Già nel 2011 c’è stata una situazione simile tra Mediaset e Yahoo!, dove mediaset vinse la causa. Yahoo aveva ospitato dei video appartenenti al gruppo Mediaset violando i diritti d’autore. La pena per yahoo è stata di 250€ per ogni video non rimosso e per ogni giorno di ulteriore permanenza online. Il presidente di mediaset Fedele Confalonieri già nel 2008 fece causa a YouTube, vincendola.