Lista dei migliori virtual instrument 2014

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Oggi vi faccio un elenco dei migliori virtual instrument in circolazione.

Batterie virtuali: Come batterie le più realistiche in assoluto potrebbero essere quelle di mixosaurus, in realtà non mi piacciono alcune cose, ad esempio il fatto che debba usare il campionatore kontakt, la trovo una cosa scomoda, preferisco gli strumenti con la propria interfaccia dedicata come ad esempio, superior drummer, ez, drummer, ecc. A proposito mentre dopo le batterie mixosaurus amavo le batterie ssd4 e poi ancora superior drummer, adesso le batterie virtuali che adoro in assoluto sono quelle di “addictive drums 2”, vi spiego i motivi. Per prima cosa le batterie addictive drums 2 occupano meno di 10 gb di spazio sull’hardisk contro gli oltre 100 gb di mixosaurus, gli oltre 20 gb di superior drummer 2 e gli oltre 30 gb di ssd4. Inoltre le batterie addictive drums 2 hanno un interfaccia grafica comoda che permette di ottenere istantaneamente le impostazioni preferite in modo molto flessibile, cosa quasi impossibile con mixosaurus, in più i suoni sono molto realistici, ad esempio i rullanti della versione precedente (addictive drums 1) suonavano un pò plasticosi.

Bassi virtuali: I migliori bassi sono quelli di spectrasonic trilian sia come qualità sonora che come interfaccia grafica e possibilità creative, non c’è niente di meglio in commercio. Da prendere in considerazione anche i bassi scarbee che funzionano con kontakt.

Chitarre virtuali: Come chitarre acustiche virtuali ho provato un pò tutto, efimov guitar, pettinhouse acoustic guitar, real guitar 3, vir 2 acou6tics e ample sound guitar m e t, come interfaccia grafica le più facili da utilizzare oltre ad essere quelle che occupano meno spazio sono quelle di real guitar 3, purtroppo a livello sonoro sono buone, ma non il top, quindi tutte le altre chitarre che ho elencato sono più realistiche ma con un interfaccia grafica meno intuitiva. Sono abbastanza buone anche le chitarre acustiche vir 2 acou6tics, ma sono rimasto deluso un pò dal fatto che non mi hanno impressionato a livello di realismo, posso dire con certezza che le chitarre acustiche virtuali più realistiche in assoluto sono proprio quelle di ample sound guitar m (sarebbe una martin campionata) e guitar t (taylor campionata)

Chitarre elettriche: tra le chitarre elettriche più interessanti troviamo prominy sc guitar (oltre 60 gb di chitarre che utilizzano il motore di kontakt 5), vir 2 electri6ty (una buona libreria un pò più compatta) e ample guitar f (sarebbe una stratocaster campionata), ample guitar agg (sarebbe una les paul campionata) e ample guitar agp (una les paul campionata). La cosa che mi impressiona degli strumenti virtuali di ample guitar è che non si tratta di librerie enormi, eppure suonano come librerie enormi o addirittura meglio. E’ inutile continuare a parlare ancora di chitarre perchè se devo consigliare quelle classiche sicuramente continuerei a parlare di ample sound con il modello ample guitar agl (Alhambra Luthier classic guitar VI).

Pianoforti: Come pianoforti trovo molto buoni quelli di syntogy ivory, cosi come il bel piano Imperfect Samples’ Fazioli Ebony Concert Grand, ma in termini di semplicità, interfaccia grafica, suono e possibilità creative credo che con xln addictive keys si possa ottenere tutto il necessario per qualsiasi genere musicale, per di più senza occupare tanto spazio sull’hardisk, dimenticavo, questo virtual instruments include anche i piani elettrici.

Synth: Il più completo sintetizzatore virtuale di sempre è omnisphere, ma quando si parla di synth non bisogna parlare solo di qualità sonora, ma sopratutto di possibilità creative, quindi non bisogna escludere Camel Audio Alchemy synth e i vari synth offerti dalla native instruments come absynth, fm8, ecc. Ovviamente esistono in commercio anche altri buoni synth, non esiste il migliore in questo caso, anche se questi appena elencati sono quelli da prendere maggiormente in considerazione.

String: Come suoni orchestrali le migliori librerie sono quelle di symphobia 2, la scoring string e East West Hollywood Strings, quest’ultima è una libreria troppo grande e quindi la sconsiglio a chi non fa composizioni di musica d’orchestra.

Cori virtuali: La miglior libreria di cori è invece east west choirs

Suoni etnici e del mondo: Consiglio ethhno World 5 e Quantum leap RA