Monitor Fender Passport studio

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Fender ha prodotto un sistema di monitoraggio attivo per chi ha l’esigenza di avere uno studio portatile. Mentre la storia di fender porta dietro chitarre e ampli dai disegni classici, ultimamente sta spingendo molto su amplificatori digitali, dispositivi iOS e di altri prodotti, tra cui la serie di amplificatori PA portatili. Il fender passport studio aggiunge semplicemente una soluzione di monitoraggio per la gamma esistente di soluzioni PA. La scatola contiene i monitor, una spina, un manuale, un cavo per collegare gli altoparlanti tra di loro, un’impugnatura e due pannelli che si attaccano magneticamente al retro. Si ha l’impressione che tutto è progettato per stare in luoghi stretti. Vedendo i pannelli posteriori e l’impugnatura, ci chiediamo se Fender vende i pezzi di ricambio. Il pannello anteriore dispone di alcuni controlli utili e connessioni – c’è un controllo per il livello master e gli interruttori per tagliare o enfatizzare i bassi e gli acuti di 1,5 dB a 75Hz (bassi) e 7.5kHz (acuti). Ci sono anche le connessioni da 1/8 di pollice per cuffie stereo o aux stereo. Abbiamo preso alcuni mix per confrontare i monitor fender passport con altri, questi sono sicuramente veri, funzionali e portatili. Al prezzo conveniente di 400€ circa questi monitor permettono di ottenere un suono decente suonando meglio di quanto potrebbero pensare gli scettici, il loro suono è piatto, quindi aspettatevi dei monitor da studio veri e propri.

Specifiche tecniche:

Driver HF: tweeter Focali di alluminio / magnesio a cupola invertita

Amplificazione: 150

Ingressi audio: ingresso AUX stereo, jack per cuffie stereo da 1/8″, due jack bilanciati

Driver LF: woofer Focal da 5″ a cono Polyglass

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...