Distinguere i suoni gravi da quelli acuti

 

Molto spesso le stonature avvengono proprio per la mancanza di fiducia nelle proprie orecchie. Eppure quando magari ascoltate qualche altro cantante siete in grado di riconoscere le stonature, allora perchè non riconoscere anche le vostre? Dovete mettere in funzione una certa visione immaginaria, potete pensare a un corpo sottile che una volta percosso produce delle vibrazioni più rapide rispetto ad un corpo più grande. Ed è proprio sulla velocità del suono che voglio soffermarmi. L’altezza del suono varia in base alla quantità di vibrazioni al secondo (Hertz). Ad esempio il suono della corda di una chitarra è più sottile rispetto a quello di un basso proprio perchè le corde hanno uno spessore diverso. Vale lo stesso per la voce umana, un uomo adulto ha una voce più grave e spessa rispetto alla voce di un bambino. Più distanza vi è tra 2 suoni e più è facile capire quale sia più grave o più acuto, mentre quando la distanza e minima, ad esempio di solo un semitono, diventa più difficile distinguere tra le 2 note quale sia la più grave o la più acuta. Se avete la voce per parlare vuol dire che siete in possesso dello strumento, dovete semplicemente accordarlo.

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento