L’inspirazione e l’espirazione – Respirazione diaframmatica

 

Nel precedente articolo abbiamo visto qual’è la postura corretta per la respirazione, inoltre abbiamo visto un esercizio che fa lavorare il diaframma con l’espansione e contrazione dei muscoli addominali. Nell’immagine in alto potete notare che i numeri 1 e 2 rappresentano i polmoni, mentre il numero 3 rappresenta il diaframma in posizione di riposo.

L’inspirazione

Prima di iniziare la fase di inspirazione dovete svuotare completamente i polmoni per poi iniziare ad inspirare tramite il naso, in contemporanea dovete uscire l’addome verso fuori, senza azioni forzate. Immaginate che nella vostra pancia avete un pallone gonfiabile, mentre inspirate questo pallone deve gonfiarsi sporgendo la vostra pancia verso fuori. In questo modo il flusso dell’aria riempe anche la parte bassa dei polmoni. L’inspirazione va fatta in modo profondo, tenendo il petto leggermente verso fuori. Una volta assunta una buona quantità di aria consiglio di mantenerla per qualche secondo per poi iniziare la fase di espirazione. Durante il processo di inspirazione il DIAFRAMMA si abbassa.

NOTA: Quando tenete l’aria nei polmoni dovete rimanere in posizione eretta, mantenendo rilassati collo, braccia e testa. In questo modo il tronco riucirà a conservare una maggiore quantità d’aria che potrà essere proiettata fuori per una maggiore energia della vostra voce.

L’espirazione

Dopo aver inspirato dovete trattenere il fiato nei polmoni per qualche secondo per poi espirare, una cosa importante è che dovete essere in grado di espirare in modo regolare, la vostra bocca deve svolgere il ruolo di una valvola che regola l’uscita del fiato, ovviamente dovete concentrarvi a far uscire il fiato ben distrubuito controllando sopratutto il diaframma. Durante il processo di espirazione dovete tenere rilassati i muscoli addominali che durante lo svuotamento dei polmoni si contraggono. Evitate assolutamente di indurire l’addome mentre espirate, dovete tenerlo assoliramente rilassato, infatti si indurirà da solo durante la fuoriuscita dell’arua. Se durante il processo di inspirazione la pancia si gonfia come un palloncino, durante l’espirazione si sgonfia portandosi verso dentro.

Le fasi della respirazione addominale


Fase di inspirazione:

– Corpo rilassato

– Inspirazione tramite il naso ma anche con la bocca quando durante il canto è necessario assumere il fiato in tempi brevi

– Espansione degli addominali

– Ditensione dei muscoli intercostali e addominali

– Abbassamento del diaframma

Fase di espirazione:
– Eplulsione del fiato tramite la bocca
– Contrazione dei muscoli addominali
– Innalzamento del diaframma
 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento