La Pennata alternata (Alternate Picking)

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

La Pennata alternata è senza dubbio una delle tecniche più utilizzate con la mano destra sopratutto quando si eseguono accordi e assoli veloci. In questo articolo cercherò di spiegare questa tecnica con esempi di base. La spiegazione della pennata alternata è molto semplice. La prima nota va suonata verso il basso, la nota successiva va suonata verso l’alto, e così via. Bisogna alternare la direzione di prelievo indipendentemente da ciò che si sta tentando di riprodurre. (Cambiamento delle corde, il tempo, i gruppi di note dispari).

Nell’immagine trovate il primo simbolo che indica di pennare verso il basso, mentre il secondo simbolo indica di pennare verso l’alto.

Esercizi cromatici con pennata alternata

Il modo migliore per iniziare a praticare la pennata alternata è quello di utilizzare qualche tipo di schema cromatico.

Esempio 1:

Potete notare i segni di direzione con i numeri (tasti).

Suggerimento:

È altamente consigliabile utilizzare un metronomo in questo tipo di esercizi. Quando ci si sente al 100% a proprio agio con il tempo impostato, allora si può aumentare di 5 o 10 bpm il tempo, fino a quando vi trovate bene. È quindi possibile continuare ad aumentare il tempo dell’esercizio fino a quando si è soddisfatti della velocità scelta. Siate pazienti e non iniziate con un tempo poco adatto già in partenza.  Passiamo  al secondo esempio, dovete suonare lo stesso modello spostando il tutto di un tasto e continuando a fare questo fino a raggiungere il 12 ° tasto. Utilizzate  le dita della mano sinistra 1,2,3,4 rispettivamente in ogni bar.

Eempio 2:

Assicurarsi che ogni nota dispari nel gruppo di quattro (1 e 3) sia suonata con colpi verso il basso e che tutte le note pari (2 e 4) vengano riprodotte plettrando vero l’alto – in ogni bar. Il prossimo esempio è la stessa cosa, inversa (dal 12 verso il 1 ° tasto). Qui dovete utilizzare le dita 4,3,2,1 della mano sinistra in ogni bar. Ora ci sono le corde che utilizzano lo stesso modello, a partire dalla 6 ^ corda fino alla 1 ° corda.

Esempio 3:

Passiamo ora a combinare le due cose. Quando si raggiunge l’ultima nota dall’esempio precedente, bisogna spostarsi di un tasto e suonare l’esercizio invertendo la tendenza verso la 6 ^ corda. Si noti che da questo punto si parte dal 5 ° tasto, sulla prima corda verso il basso. Quando si raggiunge la 6 ^ corda si può ancora spostare il pattern di un tasto e giocare l’esercizio verso la prima corda partendo dal 3 ° tasto. Dovete eseguire l’esercizio fino a raggiungere il 12 ° tasto per poi tornare a coprire tutto il collo dal 12 al 1 ° tasto.

Esempio 4:

Ecco la parte dell’esempio suonata in 8 note.

Ecco il tutto giocato in 16 note fino al 12 ° tasto e il ritorno.

Suggerimento:

È possibile riprodurre questi esercizi con diverse combinazioni delle dita della mano sinistra. Invece di provare a riprodurre 1,2,3,4 1,3,2,4 4,2,3,1 e ritorno è possibile ottenere 24 combinazioni possibili che possono essere provate fino al raggiungimento dell’indipendenza delle dita. Questo può aiutare a rafforzare la vostra mano sinistra e migliorare il coordinamento tra la mano sinistra e la mano destra. Questi esercizi possono essere utilizzati anche per il riscaldamento. Consiglio di eseguire queti esercizi ogni giorno per 10-15 minuti prima di iniziare a suonare.

Utilizzando le scale come esercizi

Potete eseguire degli esercizi interessanti con delle melodie che più vi coinvolgono, ad esempio potete utilizzare la scala maggiore che di per sé non è in realtà molto “sviluppata” melodicamente, ma suona certamente più interessante dei noiosi schemi cromatici.

Prendiamo la scala G maggiore in 2 ottave e vediamo cosa si può fare con essa.

Esempio 5:

Come abbiamo detto all’inizio, per eseguire una pennata alternata è necessario alternare continuamente la direzione delle note (in sù o in giù) indipendentemente dai cambiamenti delle corde o di qualsiasi altra cosa. Notate i cerchi rossi! Nella barra 2 si comincia a suonare verso il basso sulla 5a corda. La nota successiva è sulla 4 ° corda, con pennata verso l’alto. In questa situazione la maggior parte dei principianti spazia dalla 5 alla 4 ° corda eseguendo due pennate verso il basso senza nemmeno rendersene conto. L’unica spiegazione logica per cui ciò accade è che probabilmente sembra più naturale spazzare da una stringa ad un altra, ma non è la pennata alternata. Proprio per questa ragione ho segnato quelle note in rosso in modo da non commettere questo errore nelle zone sensibili. Tuttavia, con un pò di pratica, è naturalmente possibile risolvere questo problema. La pennata alternata dà più “attacco” sulle note e suona quindi un pò più “aggressiva”. La cosa bella della pennata alternata è che ogni nota ha una definizione molto chiara, soprattutto quando si eseguono le note velocemente.

Adesso passiamo a modelli più interessanti al di fuori della stessa scala di Sol maggiore. Il prossimo esempio usa gli intervalli di terza, vi do le note in ordine: 1, 3, 2, 4 – 3, 5, 4, 6, ecc ..

Esempio 6:

Possiamo fare più varianti usando la stessa scala. Questa ha il seguente schema: 1, 2, 3, 4 – 2, 3, 4, 5 – 3, 4, 5, 6 ecc .. Questa volta suonando in note 8.

Esempio 7:

Ecco un altro, sempre con la stessa scala, ma giocato in terzine con tre raggruppamento nota come questo: 1,2,3 – 2,3,4 – 3,4,5, ecc ..

Esempio 8:

Alcuni di voi hanno probabilmente avranno sentito parlare del sistema a 5 posizioni della scala. Ecco la tabella per tutta la scala maggiore in tutte le 5 posizioni.

Assegnazione:

Prendere tutte le 5 posizioni e applicate modelli di esempi 6, 7 e 8 su di loro.

Molte persone trovano la pennata alternata particolarmente utile quando si suona bilanciando 3 note per corda. Vediamo come con la scala di Sol maggiore sembra che vengano utilizzate 3 note per corda.

Esempio 9

Assegnazione:

Prendete queste 3 note per scala applicando gli esercizi degli esempi 6, 7 e 8.

Raggruppamento delle note

A volte ci si imbatte in una scheda in cui si vede il raggruppamento di 5, 6 o 7 (o più) note all’interno di 1 battuta (un quarto di nota). I gruppi 5 e 7 sono di solito visti quando vengono trascritti degli assoli veloci (per lo più improvvisazioni). Gli assoli del chitarrista Yngwie Malmsteen sono pieni di tali raggruppamenti. Suona di solito delle parti veloci, il più velocemente possibile e questi gruppi si verificano spontaneamente. Tuttavia ci sono esempi in cui vengono fatti tali raggruppamenti di proposito. John Petrucci usa molto per i suoi assoli e riff. 6 raggruppamento (16 terzine di solito), cosa molto comune in assoli veloci e facili da visualizzare in quanto il gruppo di 6 ha anche il numero di note.

Diamo un’occhiata a un paio di esempi di nuovo con la scala di sol maggiore.

Esempio 10


5 note per battuta

Eempio 11


6 note per battuta

Eempio 12


7 note per battuta

Licks e frasi

A questo punto si può intuire che ci sono un numero infinito di cose interessanti che possono essere fatte utilizzando tutto quello che abbiamo imparato finora.

Esempio 13

Esempio 14

Esempio 15

Esempio 16

Il prossimo è uno string skipping modificato da Paul Gilbert. Non prendere tutto il senso di queto esercizio, l’ho inserito solo per lo scopo di questa lezione. Si noti il tempo da 5/4.

Esempio 17

Esempi reali

Diamo un’occhiata ad alcune delle linee fresche fatte in un contesto (la corretta registrazione).

Esempio 18


Improvvisazione ballata di Emir Hot in stile Rock

La diteggiatura per questo prossimo pezzo fantastico scritto da Muris Varajic è stata riorganizzata in modo del tutto inusuale che rende l’esercizio più difficile, ma utile. Muris suona le stesse note, ma in posizione diversa. Notate come il tempo cambia da 1/4 a 4/4.

Esempio 19


Mojo Oro by Muris Varajic

E infine uno dei miei temi preferiti, Vinnie Moore 🙂

Esempio 20


Prelude / Into the Future di Vinnie Moore

E questo è tutto. Spero che troverete questo articolo utile per la vostra pennata alternata che migliorerà con questi esercizi ed esempi.