Le migliori chitarre semiacustiche

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Washburn HB36 Vintage (Vedi prezzo o acquista)

 

La Washburn HB36 Vintage è una chitarra semiacustica equivalente ad una Gibson ES-335s che si può ottenere ad un prezzo più interessante. Questo modello costruito in Cina ha un top in abete laminato, il retro e i lati in acero laminato, un collo in acero, una tastiera da 22 tasti in palissandro con una lunghezza della scala di 628mm e una larghezza al capotasto di 43mm. Washburn afferma che sia il battipenna che le manopole sono ebano. Con un profilo poco profondo a D, la sensazione del manico in acero non è così completa come quella presente sui modelli Gibson dei primi anni ’60. E’ più moderna di quella e l’azione bassa e estremamente comoda per suonare. Il tono non è pieno e rotondo come quello di una Gibson ES-335 che abbiamo avuto modo di confrontare, ma c’è abbastanza tono nel legno della HB36 che la rende questa chitarra adatta per la maggior parte degli stili semi-acustici. L’humbucker al collo offre un resoconto vivace di tale posizione rispetto alla Gibson ES-335, che può essere una vera manna per gli stili più jazz. La chitarra è bilanciata e confortevole è quando allacciata e siamo felici di annunciare che suona bene come sembra. Rispetto ad una chitarra Gibson che costa ben 2.000 £ potete ottenere questa buona chitarra con £ 499 che fa concorrenza anche ad una Epiphone Dot.

Hagstrom Viking Baritone (Vedi prezzo o acquista)

Ci sono 2 tipi di chitarre baritono, quelle a bobine singole e quelle con humbucker ad alto rendimento, finalizzate per i rocker esigenti. La Hagstrom Viking Baritone è una via di mezzo e mescola un pickup P-90-style single coil con un humbucker. Questa chitarra Baritono è dotata di un corpo semi-acustico. Il top è fatto in acero fiammato, ma il finale è di color Cosmic Black Burst. Le manopole di questa chitarra sono un pò fragili al tatto, mentre per il resto questa chitarra è OK. Il collo è fatto in acero mentre la tastiera dispone di 22 tasti con una lunghezza della scala di 711 millimetri (28 pollici). Hagstrom ha sviluppato due nuovi pickup per offrire più tonalità possibili. 1 Hagstrom Custom 58B humbucker (ponte), 1x Hagstrom P-Urified single coil (collo). Il suono di questa chitarra è spesso, ma si riesce ad evitare un carattere lanoso o indistinto. I suoni puliti sono ricchi e pieni di sentimento mentre quelli distorti offrono una risonanza nella fascia bassa che ringhia introducendo un maggior guadagno. L’humbucker personalizzato 58B è stato sviluppato per migliorare le qualità acustiche del corpo di questa chitarra, aggiungendo sustain e chiarezza. Le note risuonano con un sacco di definizione, ma il traforo eccellente e la configurazione sono altrettanto importanti per la voce distintiva di questa chitarra. Mentre offre delle ottime prestazioni ad alto guadagno, la Viking offre anche dei buoni toni puliti brillante e croccanti.

Epiphone ES-339 (Vedi prezzo o acquista) Miglior prezzo

Epiphone introduce la chitarra semiacustica ES-339 che è stata introdotta per la prima volta negli anni ’50. La Epiphone ES-339 è dotata di un corpo ridotto in acero laminato con un blocco centrale solido. Il manico ha un Profilo sottile a ‘D’ da 24,75 pollici ed è costruito in mogano, inoltre dispone di 22 tasti jumbo con un dado da 1-11/16. La tastiera è in palissandro con degli intarsi in madre-perla proprio come il modello originale. I pickup della Epiphone ES-339 sono impostati per fornire una grande varietà di scelte sonore per il chitarrista moderno. Per coloro che sono abituati a portare due chitarre nei concerti, la ES-339 risolverà il problema una volta per tutte. Ora, è possibile riprodurre il tono preferito in qualsiasi concerto di qualsiasi stile e con una sola chitarra, la Epiphone ES-339. La ES 339 ha dei pickup humbucker ProBucker che offrono un’infinita e varietà di toni, grazie al selettore a tre vie che dispone di un push / pull coil tap. Questa chitarra Epiphone è dotata di un ponte Tune-o-matic e una cordiera LockTone Stopbar con un hardware nichelato e delle meccaniche Wilkinson 14:01. Se vuoi una chitarra versatile e professionale progettata per performance dal vivo o in studio in grado di adattarsi per il crunch, rock, jazz, country e blues c’è una sola parola “Epiphone ES-339!”.

Vox Virage (Vedi prezzo o acquista)

La chitarra elettrica Vox Virage è simile ad una elegante Les Paul con un singolo foro F. Il suo corpo è un semi-hollowbody come la Gibson ES-335. In realtà, è più vicina come dimensioni ad una Gibson ES-339. La Virage è rifinito con una lacca acrilica e dei masselli intagliati. Il collo sottile è costituito da una tastiera in palissandro legata con un raggio da 12 pollici, dei tasti medium jumbo, e una scala da 25 1/8. Il sistema del pickup Three-90 prodotto da Dimarzio distingue questa chitarra dai suoi concorrenti. Questo sistema offre tre modalità, Clean, Crunch e Lead. Clean è un suono single coil, Crunch è un tono del P-90 toni, e Lead è un suono proveniente dall’humbucking. Come risultato, ci sono quindici possibili combinazioni disponibili tra il collo e pickup al ponte. Il sistema Tree-90 ha un trasduttore passivo che offre tre modalità distinte di toni. Ho provato la chitarra Virage con qualche amplificatore e ho notato che ha un suono vivace e pieno. I tre-90 pick-up funzionano come descritto. La modalità Clean permette di ottenere un suono che è notevolmente più sottile rispetto alla modalità lead. Inoltre questa chitarra in modalità single-coil è priva di ronzii e rumori di fondo. La Virage mi ha dato una varietà di suoni ed è sicuramente ad un livello professionale, oltre al fatto che offre un impressionte rapporto qualità-prezzo. Anche se la Virage non è made in USA, non lasciatevi ingannare pensando che non è uno strumento di qualità superiore o che dovrebbe avere un prezzo più basso a causa del suo paese di origine. Ci vorrebbero almeno tre chitarre di alta qualità per ottenere tutti i suoni della Virage.

Gretsch G6120DE (Vedi prezzo o acquista) – Chitarra di fascia altissima

La Gretsch G6120DE e una chitarra che rende omaggio a Duane Eddy. Questa chitarra single-cutaway ha un suono pieno e risonante. Il nuovo strumento combina le funzionalità direttamente sulla base del modello originale di Eddy, parlo della G6120 del 1957. La G6120DE ha un unico corpo vuoto e un acero a tre strati su schiena, fianchi e top, con un cavalletto rinforzato e i fori F di grandi dimensioni. I tre pezzi del manico in acero sono legati ad un dado in ottone con una finitura laccata e un profilo sottile sulla base del modello originale del 1957  (G6120), sormontati da una paletta legata. La tastiera ha 22 tasti e gli intarsi in madreperla gobba-block; i pickup sono dei dual DynaSonic single coil con uno switch a tre posizioni, un battipenna in plexiglas oro con il logo Gretsch e la firma di Eddy. In più monta dei sintetizzatori Grover V98G Sta-Tite.

Epiphone Joe Pass emperor II (Vedi prezzo o acquista)

Epiphone Joe Pass emperor II: una chitarra jazz di qualità a un prezzo fattibile. La Epiphone Joe Pass Emperor II Guitar è il modello in stile Gibson con due pickup humbucker, due volumi, due toni e un selettore a tre vie. Questa 16 ” e una jazz archtop, viene fornito con 20 tasti medium, un buon compromesso tra velocità e capacità di diapositive. La timbrica di questo strumento musicale potrebbe essere paragonata alla vibrazione di una chitarra acustica. Attraverso l’amplificatore, il tono della chitarra elettrica va da un suono dolce e ricco con il pickup al ponte fino ad un sorprendentemente luminoso con il pickup al collo. Epiphone Joe Pass Emperor II vi farà girare la testa, se cercate una chitarra jazz di qualità a un prezzo fattibile. A favore della chitarra Epiphone Joe Pass emperor II un tono dolce, con twang appena sufficiente e un punch che rende davvero dei bei riff blues con un suono pieno, ottima per il jazz e il blues, questa chitarra Epiphone ha un suono pulito e ricco. Ha un piano in abete rosso, sui fianchi e la schiena e abbinata con un legno in acero; di ottima qualità costruttiva. L’equilibrio è perfetto sul giro; detiene molto bene il tuning;
sui tasti si ottiene un buon compromesso tra velocità e capacità di diapositive; semplicemente non è possibile battere l’affare che si ottiene con questa Epiphone estremamente giocabile e credibile anche se alcuni proprietari lamentano la firma sul battipenna o il coperchio del truss rod. Alcuni preferiscono abbinarla ad un ampli Fender Pro Junior; i Duncan Seymour aprono di più il tono della chitarra elettrica e con le corde D’Addario Flat medie è possibile ottenere una levigatezza e morbidezza al suono di base.

Gretsch G5191TMS Tim Armstrong Electromatic

La Gretsch G5191TMS Tim Armstrong Electromatic è una chitarra semiacustica costuita in Korea, dotata di un top in acero a 5 strati, così come per il retro e i lati. La tastiera in palissandro è dotata di 22 tasti con una lunghezza della scala di 618 mm e una spaziatura delle corde di 52. Come sistema di pickup monta 2 Gretsch Black Top Filter’Tron humbucker controllati da un selettore a 3 vie e i controlli del tono e del volume. Il suo metodo robusto di costruzione  contribuisce alla chitarra un sustain impressionante e un tono acustico luminoso. Il profilo del collo è sottile. Sfogliando il selettore e la combinazione di entrambi i buckers si ottiene un tono decente rock, mentre l’unità del collo funziona bene per i fraseggi blues e jazz. Non c’è bisogno di essere un fan di Tim Armstrong o un punk per cadere al fascino della G5191TMS. Si tratta di una chitarra ben costruita e con una giocabilità eccellente.

Italia Fiorano Standard

La Italia Fiorano Standard è una chitarra semiacustica costruita in Korea dotata di un corpo in mogano, il collo in acero, la tastiera in palissandro con una lunghezza della scala di 635mm. A bordo troviamo un selettore a 3 vie, una manopola del volume, una del tono e un sistema di pickup composto da 2x Wilkinson W90 ‘dog- ear’ single-coil. 635 millimetri (25 pollici) è la lunghezza della scala utilizzata anche da marchi come disparati come Danelectro e PRS rispetto alla misura tradizionale di Gibson a 628 millimetri (24,75 pollici) e Fender a 648mm (25.5 pollici). La qualità della finitura è decente. Questa chitarra avvolte ricorda la Epiphone Casino. Anche se i pickup P-90 sono più facilmente associati ad un ringhio nerboruto, in una Epiphone Casino la costruzione cava tende a contribuire ad una voce amplificata con molto più calore, midrange e una lieve enfasi sulla fascia alta. La Fiorano vanta di una costruzione più robusta e con l’impostazione media offre un gran tono per i ritmi rock ‘n’ roll e R&B. Questa chitarra ha un sacco di propria personalità e una vasta gamma di suoni eccellenti per quello che costa. Il suo prezzo si aggira sui 670€.

PRS JA-15 – La più costosa della lista

La PRS JA-15 è un ottima chitarra acustica con un corpo grande che misura 382 millimetri (15 pollici). In termini di profondità totale misura 79 millimetri (3,11 pollici). Il top è in abete massello, i lati sono in mogano e il retro in acero. Il collo da un pezzo è fatto in acero mentre la tastiera in ebano da 22 tasti ha una lunghezza della scala di 635mm. Lo schema della paletta ritorna ai primi anni ’80 in stile Santana, ovviamente meno moderno rispetto al testa a punta che è sinonimo del marchio. Tra le altre caratteristiche troviamo un ponte PRS a 2 pezzi regolabile, dei sintonizzatori PRS Phase III locking con bottoni in alluminio, un selettore a 3 vie, i controlli del tono e del volume e i pickup PRS 53/10 Treble e 53/10 Bass humbuckers. Questa chitarra offre dei suoni completamente nuovi, un pò croccanti e più acustici rispetto ad altri modelli che abbiamo recensito precedentemente (ad esempio Knaggs Chena Tier 3). Una volta collegata assume un suono molto diverso, i suoi pickup conferiscono un suono vintage piu’ jazz e meno blues. Detto questo, la chitarra funziona ancora bene con i più forti toni più rock o sporchi. Il suo prezzo è di £4,495.00, costosa però, no?

Knaggs Chena Tier 3 – Ottima per il blues

La Knaggs Chena Tier 3 ricorda molto i modelli Gibson degli anni ’50, tra questi le chitarre ES-125 o ES-335. Questa chitarra ha un top in acero, il retro e i lati in mogano, un collo da un pezzo in mogano con un profilo del ’59, una tastiera in palissandro con una lunghezza della scala di 628mm e una larghezza al dado di 43.3mm. Come sistema di pickup monta 2 Seymour Duncan SH-1 ’59 humbucker. Il ponte ha uno stile tune-o-matic composto da un unico pezzo. Oltre alla finitura che vedete nel modello in recensione sono disponibili anche le finiture Opaque Black, Golden Natural, Hickory Burst, Aged Scotch e Winter Solstice. A bordo ci sono solo tre controlli: due per il volume e uno per il tono master. E ‘uno strumento eccellente che attinge dalla storia per creare un design molto lungimirante degli anni 50 o 60 anni. A livello sonoro c’è una profonda tonalità vintage in stile Gibson. Rispetto ad una ES-335 è un pò più aperta – più come una ES-330, forse. Riducendo i volumi è facile ottenere dei toni adatti per gli stili jazz. I suoni sono equilibrati, e il pickup al manico è meravigliosamente pieno. La chitarra funziona particolarmente bene con i toni più rock o sporchi. Timbricamente, è abbastanza eccezionale, sopratutto per il blues.

Carvin Frank Gambale FG1 – Per i fans di Steve Vai

La chitarra Carvin Frank Gambale FG1 è indicata per tutti i fan di Steve Vai. Come modello di progettazione questa chitarra ricorda la Gibson ES-335, tuttavia poche aziende sono riuscite a ricreare dei modelli di qualità come l’originale, è semplicemente costoso creare gli stampi per premere i piani laminati, spalle e fianchi. Invece, con poche eccezioni, la maggior parte dei produttori reinterpretano la ES-335 utilizzando solamente il legno massello, così è stato fatto anche per la FG1. Il profilo ha una media profondità a C mentre il top in acero è ben rifinito, color marrone scuro. La tastiera dispone di 22 tasti mentre l’hardware è semplice, ma un tocco di classe è l’incasso dell’unità tune-o-matic che riduce l’altezza del ponte rendendo molto confortevole l’esperienza di gioco. Nonostante la sua costruzione semiacustica, la FG1 suona a metà strada tra una solidbody e una chitarra  in stile ES-335, offre anche un pò di carattere fender. La FG1 è una chitarra superba dalla voce brillante che vale ogni centesimo del suo prezzo.

Peerless Leela 40

Peerless offre un mix stuzzicante tra aspetto fresco, ottima costruzione e prezzo molto competivito. La chitarra Peerless Leela 40 come vedete nella recensioni ha un color prugna sunburst con una finitura lucida. Il corpo è fatto di acero laminato, il collo è in acero, mentre la tastiera, il battipenna, le manopole, i pulsanti del sintonizzatore, il ponte e la cordiera sono in ebano. L’hardware è dorato, compresi i sintonizzatori Grover. Le corde possono essere cambiate semplicemente grazie alla cordiera in ebano ‘easy-load’, l’azione è bassa, sopra il quasi piatto raggio (400mm) della tastiera mentre il collo ha un sottile profilo a C. Gli accordi in stile jazz passano senza problemi sotto le dita mentre le linee di lead e gli arpeggi non hanno intralci. Giocare in fingerstyle è altrettanto piacevole. Questa chitarra offre un tono acustico graffiante caratterizzato dal suo stile di costruzione. Un singolo humbucker Kent Armstrong si trova nel corpo di fronte.Rispetto al costo di una Gibson L-5, la chitarra Leela è davvero conveniente. Con un Fender Blues Junior dona un piacevole timbro nasale. Se volete ottenere questa chitarra il danno è di 2000€ circa contro le 6000€ di una chitarra Gibson L-5, quindi è un affare.

AlumiSonic 1100

La AlumiSonic 1100 è una chitarra cromata in alluminio che presenta un foro di risonanza per una maggiore risonanza. In questa chitarra  sono stati combinati diversi tipi di materiali e spessori che offrono chiarezza al materiale in alluminio con la risonanza e il sustain del suo  corpo semi acustico. Grazie alla sua costruzione che forma delle camere acustiche è ottima per dei toni hard-rock. Rimuovendo le viti 4 di ciascun pickup durante il cambiamento delle corde, le porzioni centrali di queste camere possono essere rimosse.  Come la maggior parte dei modelli peronalizzati di AlumiSonic, sono disponibili diverse varianti tecniche per ogni chitarra

Godin 5th Avenue Jazz

La chitarra Godin 5th Avenue Jazz viene costruita in canada ed ha un bel design Single-cut archtop, il suo corpo è tutto laminato; con una superficie e il retro in acero. La tastiera è dotata di 21 tasti con una lunghezza della scala di 630mm. Come sistema di pickup troviamo un mini-humbucker Godin floating che permette di ottenere dei classici suoni jazz con un tono corposo. Si tratta di una chitarra costruita in modo ordinato e leggero ad un prezzo che si aggira sui £ 1.900. Il collo ha un profilo a C e si unisce al corpo al 14° tasto. La Godin 5th Avenue Jazz è dotata di controlli per il tono e per il volume, completi di manopole in ebano. Durante l’utilizzo di questa chitarra abbiamo notato un’invadente proiezione nella fascia media. In accoppiata con un amplificatore acustico abbiamo ottenuto una maggiore chiarezza nella fascia alta. La 5th Avenue Jazz è sicuramente una chitarra adatta ai musicisti esperti che fanno jazz. La sua risonanza ha un bel tono acustico e vivace. Davvero una bella chitarra, ma il prezzo non ci piace. Quindi.. Meglio trovare delle alternative, c’è ne sono tante ad un prezzo nettamente inferiore.

Crafter SA-BUB

La chitarra semi acustica Crafter SA-BUB  è dotata di 2 pickup, un Kent Armstrong lipstick al collo e un LR Baggs Element. La sua costruzione è leggera e robusta con una superficie in bubinga ed il collo in mogano mentre la tastiera presenta 21 tasti. La chitarra offren dei toni brillante quando viene strimpellata. Il sistema di preamplificazione mescola i toni elettrici del pickup lipstick con quelli del pickup LR Baggs Element, vi è anche un interruttore di fase per i feedback. Con un amplificatore valvolare siamo riusciti ad ottenere dei toni grintosi ottimi per il blues. Questa chitarra con un amplificatore  elettrico non offre dei buoni suoni acustici rispetto a quando si utilizza un amplificatore acustico o un modellatore di amp, ma di certo è abbastanza musicale. La Crafter SA-BUB è in grado di offrirvi una vasta gamma di suoni ad un prezzo che si aggira sui 650€.

Fret-King Black Label Elise GG

La chitarra Fret-King Black Label Elise GG è una semi-acustica con un top in acero solido, visivamente assomiglia ad una Gibson Trini Lopez vibe . Si tratta di una chitarra complessa sia per la sua realizzazione estetica che quella elettronica. Il suono di questa chitarra viene catturato tramite due pickup magnetici Wilkinson e gli elementi piezoelettrici del ponte in stile tune-o-matic. La coppia magnetica passiva può essere controllata tramite il selettore a tre vie e le manopole del volume e del tono. Il circuito attivo piezo può essere controllato dalla manopola del volume e dall’equalizzatore a tre bande poste separatamente. Inoltre c’è un interruttore a tre vie che permette di selezionare il sistema di pickup magnetici o il piezo o entrambe le soluzioni. Il collo di questa chitarra è quasi simile a quello della DBC. L’humbucker offre un bel tono caldo e aggressivo nella fascia alta, mentre il single-coil al collo offre dei toni simili a quelli di una Hot Strat con dei bei toni puliti oltre a una vasta gamma di toni vintage anni sessanta. Il suo suono generale risulta pieno, grasso e più legnoso di una ES-335 svolgendo un ottimo lavoro per il blues elettrico e il jazz. La chitarra Fret-King Black Label Elise GG è vanta di un pttima progettazione dal suono eccellente e viene venduta ad un prezzo che si aggira sui 950 €.

Hagstrom Viking Rex-Tone

La chitarra semiacustica Hagstrom Viking Rex-Tone uscì per la prima volta nel 1965 ed era dotata di un paio di pickup singlecoil. Questa chitarra è simile ad una ES-335 e dispone di un humbucker che offre dei toni adatti per il blues e rock. Il collo della chitarra Rex-Tone è sottile. La Rex-Tone ha due interruttori a levetta. Quello superiore è un selettore a tre vie per il pick-up dove è possibile scegliere l’humbucker al ponte da solo, entrambi i pickup, o il solo pickup al manico. L’interruttore nella parte inferiore è un filtro a tre vie che permette di tagliare le frequenze mentre nella posizione centrale bypassa il filtro. Smanettando con questo interruttore abbiamo ottenuto dei buoni toni adatti per il wah e sopratutto utili quando si deve comporre un tono overdrive. L’interruttore in basso (hi-cut) riscalda il segnale offrendo dei buoni toni per gli accordi jazz. Siamo riusciti ad ottenere anche dei buoni suoni. Ma a noi piace utilizzare questa chitarra senza il filtro sul tono perchè è davvero superba con i suoi toni alti, il suo humbucker offre dei bei toni blues e rock. Tutto sommato la funzione del filtro è un ottima funzionalità. La Hagstrom Rex-Tone è una buona chitarra semiacustica con una buona giocabilità, varie opzioni sonore grazie ai suoi filtri e degli ottimi humbucker considerando il fatto che parliamo di una chitarra che ha un prezzo che si aggira sui 550 €.

Fender American Vintage ’69 Telecaster Thinline

La chitarra Fender American Vintage ’69 Telecaster Thinline mira a replicare la Thinline originaria che apparve nel 1968 e durò fino al 1971. Si tratta di una chitarra ‘semi-acustica’ composta da un doppio Tele single-coil e i controlli master volume / tono. Il punto di forza di una Telecaster è il fatto che è flessibile in tutti i generi dal country, jazz e blues fino al rock moderno e metal. Gli storici ci dicono che il concetto della Thinline è quello di ridurre il peso della Telecaster. Questa chitarra presenta un foro f-tagliato sul lato basso della cima. Questa versione leggera utilizza il mogano per il corpo. Il corpo e la finitura del collo su tutti questi modelli è ‘laccato lucido’. La chitarra dispone di un manico/tastiera ad unico pezzo completamente in acero e usa la regolazione del truss rod. La tastiera è da 21 tasti mentre il collo ha un moderno profilo ‘C’. Come pickup troviamo due single-coil, un volume mega ohm, la manopola del tono e l’onnipresente selettore a tre vie. Come al solito il jack di uscita è laterale. Sulla piattaforma Thinline ’69 rispetto ad un originale solidbody Tele ’69 abbiamo un sapore diverso a livello sonoro. Questa chitarra ha meno frequenze medie con il pickup al ponte ma diventa più piena con il pickup al collo. Il suo suono è decisamente più hollowbody. Anche se questa chitarra è stata disponibile nelle versioni messicane e giapponesi, l’American Vintage migliora sia quelle versioni che l’originale. La chitarra Fender American Vintage ’69 Telecaster Thinline offre più di una versione diventata ormai una classica Tele con degli eccellenti suoni e dettagli vintage.

Hagstrom HL-550

La giocabilità della chitarra semiacustica Hagstrom HL-550 è perfetta con un collo sottile e ben rifinito e 22 tasti medium. Insolitamente, Hagstrom ha scelto il mogano per il corpo dell’HL-550. Come tutte le chitarre Hagstrom, la HL-550 offre una tastiera ‘Resinator’. Questo è un materiale composito con un tocco e un tono simile all’ebano. Il battipenna della chitarra è fatto dello stesso materiale. La chitarra HL-550 produce un bel suono acustico brillante con un bel volume anche quando è scollegata. Con il suo humbucker attraverso il canale pulito del vostro amplificatore rivela un tono incisivo. Il pick-up Hagstrom ha una buona uscita e l’equilibrio delle corde è perfetto. La chitarra HL-550 può tirare dei bei toni jazz. Questa chitarra è molto versatile sopratutto per i generi Jazz, blues, indie e country. Siamo sempre colpiti dalla qualità delle chitarre Hagstrom.

Hofner Verythin Singlecut

La chitarra Hofner Verythin Singlecut ha una doppia spalla mancante tradizione. Questa chitarra è assemblata in china ma è progettata in Germania, mentre i componenti provengono da entrambi i paesi. La paletta Hofner ha uno stile vintage con dei sintonizzatori Schaller. Il suo manico in acero è molto giocabile, con un raggio ampio ed una tastiera in ebano legato. In posizione centrale offre dei suoni puliti in stile anni ’60. La lunghezza della scala è di 628 millimetri (24,75 pollici) con 22 tasti medium. Il suo Corpo in acero laminato sposa il posteriore ed i lati con un top in abete laminato. I Fori di risonanza a forma di falce aggiungono un tocco vintage, mentre i due mini-humbuckers sono made-Schaller molto simili agli originali single-coil degli anni ’60. I controlli impiegano delle manopole Hofner e il circuito sembra tradizionale con un selettore a tre vie con il volume e il tono per il pick-up. Questa chitarra semi acustica offre un sustain naturale e un dominante range di frequenze medie. Questa chitarra distribuisce dei toni equilibrati in tutte le posizioni. La selezione al collo è profonda e chiara, mentre l’opzione al ponte aggiunge qualche tono nasale. I suoni puliti in stile anni ’60 sono abbondanti. Questi suoni retrò sono solo oggi rilevanti come lo erano decenni fa e producono un tono evocativo. Il Singlecut Verythin può anche ottenere un guadagno sporco, nonostante il blocco del centro e la sottile profondità del corpo c’è ancora un sacco di aria all’interno di questa chitarra. La circuiteria con tutte le sue funzioni offre dei controlli molto efficaci spaziando da degli alti e bassi molto aperti per il blues con una vitalità jazz. Il prezzo di questa chitarra si aggira sui 1300€, diciamo che non ha un grande rapporto qualità prezzo ma vale quello che costa.

Washburn J600

Washburn Guitars introduce un nuovo box Jazz Vintage, la chitarra J600. Sebbene parte della serie Jazz, con un set di funzionalità del corpo progettato per lavorare per il jazz, il blues, e anche rock. La finitura vintage J600, è sottolineata dal suo splendida costruzione in abete, mentre in acero fiamma il posteriore e laterale, si tratta di una chitarra conun suono pieno e corposo con dei medi potenti. Questa chitarra è ulteriormente rafforzata dal suo manico in acero con la tastiera in palissandro, cordiera in ebano, battipenna e ponte compensati da un hardware in oro tra cui i sintonizzatori Grover. La Washburn J600 è dotata di una custodia rigida di alta qualità, sarà in vendita a 1.247,90$

YAMAHA AEX 1500

Poche sono le aziende che costruiscono delle chitarre che possono corrispondere a quello che la Yamaha AEX 1500 può offrire nella sua fascia di prezzo. È per questo che molti musicisti hanno deciso di acquistare la chitarra AEX 1500. AEX 1500 dispone di un manico in acero con 20 tasti e una tastiera in ebano, mini humbucker galleggiante con selettore a 3 posizioni, Master volume e controlli di tono master e un ottimo hardware, dotata di tutte le caratteristiche che si possano desiderare. Se si prova l’ AEX 1500 dopo una chitarra media diventa evidente che la Yamaha merita di essere orgogliosa per aver reso dei suoni così belli. Produce un ottimo suono quando è collegata a più amplificatori ed è molto versatile, si tratta sicuramente di uno strumento dal suono di classe mondiale. La chitarra AEX 1500 e sopratutto adatta per questi stili musicali: Jazz, Gospel, Country, Blues, Ragtime. Questo strumento è costruito per durare e lo farà attraverso il fuoco e le fiamme. Yamaha ha la conoscenza e l’esperienza su cui contare e l’esperienza è ben integrata nella AEX 1500.

Epiphone Inspired casino

Mentre il calibro e il patrimonio di Epiphone è interrotto, La John Lennon 1965 Casino difficilmente può essere messa in discussione, era uno dei maggiori svantaggi: il prezzo! per molti chitarristi nemmeno l’alta qualità di costruzione potrebbe compensare. Questo racconto non è unico tra le chitarre Epiphone made in America’. Per ristabilire l’equilibrio per chi ha tasche piu’ piccole, Epiphone ha lanciato il nuovo modello made in indonesia cioè l’ispired marchiata dà John Lennon Casino – 1500€ in meno rispetto al modello precedente made in USA e 600€ più costosa rispetto allo standard cinese. Un evento più di ogni altro ha portato alla popolarità duratura del modello Casinò. Nel 1966, con Paul McCartney che già usava la sua chitarra Casino 1962 su molti brani famosi come Taxman e Paperback Writer, John Lennon ha acquisito il suo modello sunburst molto personale. Ha sostenuto che l’uso del modello di McCartney  è stato il più impressionante dal punto di vista musicale, ma Lennon sicuramente ha fatto di più. Musicisti contemporanei come Paul Weller e Noel Gallagher sono diventati sinonimo di Epiphone, ma, come sappiamo, la loro ispirazione attinge direttamente dai Beatles e i Rolling Stones. Epiphone ha preso in prestito lo storico modello Gibson Custom come un mezzo per migliorare la serie Casinò con il modello made in usa, mantenendo un ottimo prezzo – forse dovuto al fatto che la Epiphone ha interrotto l’ equivalente modello made in USA. Gli accessori comprendono due pickup P-90 Gibson ed un interruttore a tre vie jack. Come la ES-330, ha un corpo in acero laminato, completamente svuotato, e condivide la caratteristica della forma a doppia spalla mancante con un solo strato, bianco sporco vincolante per il bordo anteriore e posteriore, che in questo caso è estremamente ben fatto. Il modello inspired dispone anche di un colore sunburst più vintage- rispetto al suo omologo cinese. Tuttavia il suo battipenna, come nel nostro modello Casino, è ancora a buon mercato. In linea con l’originale, il collo 22-fret si unisce al corpo al 16 ° tasto. Vediamo anche l’inclusione di un blocco a forma di parallelogramma messo ordinatamente nella tastiera in palissandro, come si è visto sui casinò originali di quel periodo. Il collo e sottile di calibro medio e un raggio di 355mm (14 pollici),questo per una sensazione molto confortevole. Intendiamoci, la finitura lucida sulla parte posteriore del collo è un po appiccicosa. vedendo nei dettagli troviamo un piccolo pulsante del sintonizzatore Kluson vintage-style, un anello nero intorno all’interruttore a levetta, manopole di comando Gibson-style e una etichetta rettangolare blu nella buca. Una cordiera nichel-copre il trapezio, come visto sulla ES-330, e un ponte a doppio che monta il tune-o-matic completando l’hardware. Sorprendentemente troviamo una firma d’oro piccola e sottile sul retro.

Suoni

A partire nostra prova del suono con una modesta quantità di overdrive il modello Lennon ha un tono meravigliosamente morbido e arioso che riempie il suono di una band. E‘ diversa dalla classica ES-335 , che si presta a toni più ritmati e pompati. Il pickup americano suona diversamente da quello presente sulla Casinò standard, lasciando la naturale brillantezza e risonanza acustica e rafforzando il carattere e il fascino del design. Il ponte P-90 è angolare e vivace. Le posizioni del collo offrono un tono jazz aperto ed espressivo arrivando ad un tono blues. La chiave per il tono dei Beatles è nel controllo del volume. Impostando il suono con un guadagno di poco più giù cambia il volume ed anche il carattere della chitarra Casinò. Nel complesso, la chitarra Casino ha quel tono vintage ed è meravigliosamente musicale. In confronto, la più economica Casino standard di fabbricazione cinese non ha il fascino e il carisma del modello ispired sia timbricamente che visivamente. In generale, le edizioni delle chitarre marchiate da artisti sembrano diventare sempre più costose, quindi è bello vedere che Epiphone offre un modello più conveniente come il casinò. Con l’aggiunta della sottile estetica vintage la chitarra epiphone inspired coglie una qualità originale, è una chitarra superiore rispetto al modello Casinò standard ed è più conveniente rispetto ai precedenti modelli USA. Il prezzo può sembrare ancora alto per alcuni, ma considera questo: il modello inspired ha una differenza di 600€ rispetto alla serie Casinò, Epiphone include una Garanzia a vita e un ottima qualità. Al prezzo che costa con le caratteristiche dei modelli prodotti negli Stati Uniti, estetica vintage e ottimi suoni, Cosa non va?