I migliori mixer 4 canali con effetti voce e senza del 2019

I migliori mixer 4 canali con effetti voce e senza del 2019

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

 

I 7 migliori mixer a 4 canali con effetti e senza del 2019

Sia che tu debba registrare, fare il dj o mixare dal vivo, il mixer è uno strumento indubbiamente utile.

Un mixer a quattro canali non è necessariamente dotato di molti input e flessibilità, e a meno che tu non abbia altra scelta, con questo strumento non potresti nemmeno mixare per un band da tre elementi, dal momento che dovresti già utilizzare quattro canali per i microfoni degli strumenti, figuriamoci i microfoni vocali.

D’altra parte, se sei un dj e devi mixare alcune sorgenti audio per un evento, come ad esempio una festa o un matrimonio, o se devi inviare segnali audio da una stanza all’altra come in uno studio, allora il mixer a quattro canali è uno strumento indispensabile.

Cosa cercare in un mixer a quattro canali di qualità?

A guardarci bene, i mixer a quattro canali sono sempre più difficili da trovare. Questo perché è diventato più facile per le case produttrici condensare più caratteristiche in uno spazio ridotto. Avranno ormai capito, a questo punto, che la maggior parte delle persone ha bisogno di più di quattro canali, soprattutto le band.

La maggior parte dei mixer da dj tendono ad avere quattro canali, quindi, se è questo che stai cercando, hai un’incredibile varietà di scelte, da quelli affidabili ed economici a quelli costosi e super accessoriati. Passiamo perciò a capire quali caratteristiche valutare nella scelta di un mixer a quattro canali.

Input

Di quanti input, e di che tipo, hai bisogno?

Se sai che dovrai collegare microfoni e strumenti, avrai bisogno di connessioni XLR e ¼”.

I mixer da dj tendenzialmente hanno input analogici e digitali per il modo in cui vengono utilizzati.

Premesso ciò, un mixer da dj non è l’ideale per un cantante/cantautore né per una piccola band, a meno che tu non voglia acquistare un mucchio di convertitori, mentre un mixer audio con XLR e ¼” non funzionerà come dovrebbe per un dj.

Valuta attentamente ogni console per capire esattamente di quali e quanti input è dotata e assicurati che sia quello di cui hai bisogno per i tuoi scopi. Ovviamente, puoi anche acquistare dei convertitori all’occorrenza, ma pensiamo sia meglio avere l’apparecchio giusto dall’inizio anziché fare dei sacrifici in seguito.

Effetti

Gli effetti sono sono essenziali. Puoi sempre usare effetti esterni, anzi spesso si raggiungono migliori risultati con quelli che con gli effetti incorporati al mixer.

Tuttavia gli effetti interni possono essere convenienti e aiutarti ad evitare imbarazzanti rumori in una stanza con una pessima acustica, brutte interruzioni o qualunque altra spiacevole circostanza.

Se stai preparando la musica per un evento, sicuramente vorrai essere ingaggiato di nuovo, specialmente se è un’esibizione retribuita, quindi avere a disposizione diverse opzioni si rivelerà una mossa saggia. Questo non vuol dire che usare degli effetti salverà la tua esibizione ma potrebbero aiutarti a migliorarla un po’.

Nella maggior parte dei casi gli effetti non sono un optional troppo costoso, quindi a meno che tu non sia già all’altezza della situazione, prendi in considerazione un mixer con effetti.

Qualità del suono

Se hai già letto delle recensioni, avrai sicuramente sentito parlare di sibili, rumori di fondo, o qualsiasi altra cosa che abbia a che fare con la complessiva qualità del suono di una console.

Presta attenzione ai commenti dei consumatori perché ti aiuteranno a comprendere se vale la pena acquistare quello specifico mixer.

Ovviamente, se non hai la necessità di acquistare un prodotto di lusso, andrà bene anche un mixer economico. Se lo usi solo a casa o per piccole esibizioni, non sarai estremamente preoccupato riguardo alla qualità del suono o alla funzionalità.

Ad ogni modo, un mixer a quattro canali non costa una fortuna, e nella maggior parte dei casi costa meno sostituirlo con uno nuovo piuttosto che ripararlo. Ti potrà anche sembrare uno spreco, ma il mondo gira così adesso. E, come puoi ben immaginare, un mixer a quattro canali non ha un gran valore di rivendita, a meno che tu non voglia reinvestire quei soldi per acquistare un mixer più costoso.

Durevolezza

Non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirlo, ma non buttare il tuo mixer dove capita. Dovresti tenerlo su un tavolo resistente o una scrivania quando lo usi. Quando lo metti via, usa una valigetta da trasporto imbottita.

Le console hanno vita lunga, anche se quelle più economiche sembrano essere diventate superflue e quindi sacrificabili.

Con gli strumenti costosi, però, presta particolare cautela. Non vorrai certo rovinare un apparecchio da 2000 euro, anche se si può riparare.

Non ti preoccupare eccessivamente della durevolezza di una console, a meno che tu non veda un mare di bollini rossi nelle recensioni.

C’è differenza tra un mixer audio e un mixer da dj?

In genere solisti e band mixano voce e strumenti, mentre i dj mixano diverse sorgenti audio, ad esempio giradischi, iPod, tablet, software per la riproduzione musicale, eccetera.

Se la maggior parte delle console audio hanno input ¼” e XLR, i mixer da dj hanno tendenzialmente input stereo da 1/8”, ovvero i cavi bianchi e rossi. Bada bene, alcuni mixer audio hanno anche input stereo da 1/8” nel caso tu volessi collegare dispositivi da dj, come ad esempio uno smartphone o un iPod.

Facciamo questa premessa perché se sei un cantante o un membro di una band è più probabile che tu abbia bisogno di quelle tipologie di connessioni fatte per gli strumenti e i microfoni; diversamente, se sei un dj ti occorreranno connessioni di tipo diverso per le tue apparecchiature audio.

Quindi c’è una sostanziale differenza tra mixer audio e mixer da dj, sebbene possano essere intercambiabili se disponi dei giusti convertitori di cavi.

Inoltre un mixer da dj ha di solito più opzioni di dissolvenza se paragonato a un mixer audio. Questo ha molto senso se si pensa che un dj spesso usa il fading per passare da una sorgente audio ad un’altra. Alcuni mixer da dj dispongono anche di canali dedicati al microfono, separati dagli altri quattro canali, utili per fare annunci e simili, e possono avere più tipologie di effetti incorporati.

Al di là di queste differenze, i mixer audio e i mixer da dj si somigliano. Se hai il giusto tipo di cavi puoi usare indifferentemente l’uno o l’altro per registrare, esibirti o fare il dj.

Va da sé che una console standard è adatta a scopi generici mentre un mixer da dj è progettato specificamente per i dj.

Conclusioni

Che tu sia un musicista, un organizzatore di eventi, un podcaster o un dj, una mixing console è uno strumento efficace a tua disposizione, in alcuni casi essenziale.

Se sei alla ricerca di un mixer, considera innanzitutto i tuoi obiettivi e i tuoi bisogni. In linea generale, è meglio poter disporre di più canali di quanti te ne servono, per qualsiasi evenienza. Alcune funzioni, come l’autotune, sono superflue e non fanno che aumentare il prezzo e la complessità della console, quindi fai attenzione.

La soluzione più semplice di solito si rivela la migliore, e poiché il costo di un mixer oggigiorno è abbordabile, non dovrai spendere un occhio della testa per una console, specialmente per una a quattro canali.

In conclusione, ricorda che niente di quello che hai imparato avrà importanza se non sei in grado di portare la tua musica là fuori e fare in modo che la gente voglia davvero ascoltarti.

Quindi, quali sono i migliori mixer a quattro canali sul mercato? Abbiamo stilato per te una lista di valide opzioni da valutare.

Pioneer DJ DJM-900NXS2 Professional Mixer – Vedi prezzo o acquista

Se sei un dj professionista che ha bisogno di uno strumento su cui poter fare affidamento il DJM-900NXS2 è un mixer da club dj a quattro canali con alta qualità audio a 64-bit per un suono analogico naturale, scheda audio 96kHz-24-bit senza perdite, Send/Return indipendente per hardware esterno, e quattro input PHONO e supporto DVS per giradischi.

Certo, ha un costo non indifferente, quindi lo consigliamo ai dj che hanno competenze professionali. Chi lo ha acquistato ne ha una buona opinione, l’unica nota negativa è il prezzo dispendioso, ma se non sfora il tuo budget dovresti prenderlo in considerazione.

Numark M6 USB Professional 4-Channel USB Mixer – Vedi prezzo o acquista

Anche questo prodotto si adatta benissimo ai dj professionisti, diversamente dai mixer standard. Disponibile nelle configurazioni a due, tre o quattro canali, con la possibilità di collegarlo via USB al computer, il che ti permette di suonare o registrare direttamente sul PC o MAC. Altra caratteristica è la possibilità di suonare anche attraverso un software Music Player.

I consumatori concordano sul fatto che, per il suo prezzo, è un ottimo acquisto. Potrebbe essere tutto quello di cui hai bisogno per la tua prossima esibizione.

Mackie PROFX4V2 4-Channel Compact Mixer con effetti – Vedi prezzo o acquista

Un mixer economico ma di qualità, disponibile in diverse configurazioni: 4 canali, 8 canali, 12 canali, 16 canali, 22 canali, 30 canali.

Dotato di quattro preamplificatori low-noise Mackie Vita, EQ a tre bande con filtro passa-alto da 100 Hz su tutti i canali, EQ grafico a 5 bande main o monitor, output ausiliario, e motore degli effetti digitali ReadyFX che consente di accedere a 16 diversi effetti tra cui chorus, riverberi e delay.

Chi lo ha acquistato non ha espresso nessun commento negativo, e anche con qualche imperfezione resta un prodotto economico e affidabile.

Shure SCM268 4-Channel Microphone Mixer 

Dotato di cinque ingressi AUX sbilanciati, uscita Peak Meter a LED, una uscita AUX sbilanciate, cavo di alimentazione IEC, e 12V di phantom power per microfoni a condensatore.

Questo prodotto è assolutamente efficiente, dandoti la possibilità di ottenere un segnale audio di qualità senza troppa confusione. Non è corredato di effetti e potrebbe costare qualcosina in più rispetto alle altre opzioni che stiamo elencando, ma resta un oggetto grandioso. Il suo essere compatto e senza fronzoli, facile da usare e con un’ottima resa, ha soddisfatto molti consumatori.

Alesis MULTIMIXUSBFX 4-Canali con effetti e Interfaccia USB – Vedi prezzo o acquista

Oltre al vantaggio di essere economico, è un fantastico mixer multifunzionale sia per le registrazioni che per i live. Ha due canali mono equipaggiati con input combinato XLR + ¼” e filtro passa-alto, phantom power selezionabile e switch per chitarra sul canale due. Non ci si aspetterebbe di avere così tanto a un prezzo così piccolo, ma è esattamente quello che il mixer Alesis ha da offrire.

Chi lo ha acquistato ne parla bene, sebbene qualcuno abbia affermato di aver avuto difficoltà a farlo funzionare con il computer. Il MultimixUSBFX è comunque un buono strumento di partenza, se non stai proprio cercando qualcosa fuori del comune.

Audio 2000s AMX7321UBT 4-Canali con effetti, USB e Bluetooth 

Per chi si accontenta di un mixer che faccia bene il suo lavoro e poco altro, l’AMX7321UBT potrebbe essere la scelta migliore.

E’ uno dei mixer più economici di questa nostra lista, con due uscite AUX, un processore 32bit/24bit con convertitore AD-DA suoni/effetti incorporato, Bluetooth per usarlo con iPhone, iPad e altri tablet, connettività USB per registrare e suonare con le applicazioni, e phantom power.

Le opinioni dei consumatori sono discordi: ci sono recensioni sorprendentemente buone, mentre alcuni riferiscono di sibili che non sono riusciti ad eliminare. Ribadiamo che è lo strumento adatto se cerchi semplicemente un mixer che faccia un buon lavoro e null’altro.

Pyle Professional Mixer a 4 canali USB 

Degno rivale dell’Audio 2000s, questo mixer gli assomiglia nell’aspetto, nel prezzo e nelle caratteristiche tecniche. Lo si può collegare ad una periferica USB, computer, hard drive o apparecchio Bluetooth per mixare e registrare. I controlli incorporati ti permettono di suonare, mettere in pausa, saltare tracce, e switchare tra differenti modalità.

Costituito da un robusto telaio in acciaio, ha anche la possibilità di essere connesso wireless via Bluetooth al computer o al Mac, ha ingressi per microfono e stereo, alimentatore multitensione.

Adatto sia per dj che per mixaggio generico, i consumatori ne sembrano soddisfatti. Tuttavia ti consigliamo di fare bene le tue valutazioni per capire se è lo strumento che fa al caso tuo.

Mixer audio