I 5 migliori Diffusori da pavimento, prezzi e opinioni del 2018

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Un diffusore da pavimento che mostri qualità è in grado di potenziare qualsiasi sistema audio. Sono molto accattivanti esteticamente e attirano facilmente l’attenzione di chiunque ami ascoltare musica. Il suono è quasi sempre spettacolare; la progettazione è fatta in modo da poterli inserire all’interno di una libreria o un armadio TV, anche in spazi non propriamente grandi. In tutte le case, lo spazio orizzontale è principalmente occupato da tavoli, sedie e divani, ma quello verticale è notevolmente disponibile. I modelli migliori, posizionati nel modo giusto, sono in grado di riprodurre un suono di elevata qualità riempiendo un’intera stanza. Come scegliere i migliori? Innanzi tutto, bisogna essere consapevoli che sul mercato ci sono di diffusori che raggiungono cifre con 4 o 5 zeri. Naturalmente, queste tipologie sono state escluse dalla lista in basso. Il motivo è che il loro prezzo è esageratamente elevato e la stragrande maggioranza degli utenti vorrebbero optare per qualcosa di molto più accessibile. E’ scontato che il rapporto qualità-prezzo è stato considerato per la scelta dei migliori diffusori. Le variabili prese in esame sono le solite: potenza sonora, qualità costruttiva, ingombro e materiali utilizzati.

KEF R500 – Vedi prezzo o acquista

Un diffusore come il KEF R500, oltre ad avere un equipaggiamento eccellente e con due piedi sotto che lo sostengono a meraviglia, ha due prerogative importanti: qualità e prezzo conveniente. Secondo la nostra opinione, questo diffusore offre un suono migliore rispetto all’SVS ed ha un valore migliore rispetto al Klipsch.

Come detto sopra, il suo prezzo è veramente ragionevole, andando incontro a chi non vuole svenarsi economicamente. Il suono che ne esce risulta essere estremamente chiaro e pulito, con dinamiche superlative grazie ai diffusori di altissima qualità KEF BLADE. Il design è stato concepito in modo intelligente, con piedini che aiutano ad isolare il suono. Naturalmente, il KEF R500, rendere al meglio, richiede l’abbinamento ad un amplificatore veramente solido e una combinazione DAC, magari con un pre e un finale dedicato. Indubbiamente sono diffusori molti buoni, ma funzionano ancora meglio quando altri bit di qualità simile si inseriscono nella catena del segnale.

Cosa ci piace: Tra i migliori nel rapporto qualità-prezzo, nonostante non costino poco.

Cosa non ci piace: necessitano di attrezzature eccellenti per esprimere tutto il loro potenziale.

ELAC Debut F6 – Vedi prezzo o acquista

Andrew Jones è un nome molto conosciuto nel mondo dei diffusori. Dopo essersi trasferito dalla Pioneer alla ELAC nel 2015, ha iniziato a costruire alcuni set eccellenti e convenienti. Questo modello è uno di questi, è un aggiornamento del precedente F5 (ovviamente) e riteniamo abbia molto valore. Chiunque desideri un diffusore che offre una qualità del suono in grado di competere con marchi come SVS e KEF, ma a un prezzo conveniente, l’ELAC Debut F6 è senza dubbio l’ideale. Sebbene non faccia parte di un ecosistema chiuso, abbiamo sempre pensato che gli altoparlanti ELAC offrano più qualità sonora se vengono abbinati ad altri modelli della casa produttrice, come gli eccellenti diffusori home theater. Ma anche se non si possiedono altri loro prodotti, questi diffusori offrono comunque una gamma tonale superba in un pacchetto di classe. Parliamo di una coppia di diffusori che rispondono bene a un po’ di potenza; quindi, nessuna paura nel collegarli ad un amplificatore decente alzando il volume al massimo. Gli F6 hanno fatto un salto qualitativo importante rispetto agli F5, ed anche come questi ultimi, sono disponibili solo in nero.

Cosa ci piace: Incredibile valore per il prezzo che hanno.

Cosa non ci piace: mostrano la migliore qualità solo se abbinati a prodotti della stessa azienda.

Focal Chorus 726 – Vedi prezzo o acquista

La Focal produce alcuni diffusori che sono assolutamente stellari, ma stellare è anche il loro prezzo. Se non avessimo imposto limiti di prezzo in questa lista, sarebbero stati compresi senza dubbio alcuno. Parlando del Chorus 726, pur essendo un buonissimo diffusore, non lo è abbastanza per essere allo stesso livello degli SVS Ultra Towers, i quali offrono un notevole rapporto qualità-prezzo. Nonostante questo, questi diffusori hanno picchi sonori notevoli, dettagli vari e una gamma media splendida, per non parlare dello spettacolare palcoscenico sonoro. Per chi è interessato a sperimentare una qualità sonora equilibrata e uniforme, i Chorus 726 della Focus sono gli ideali.

Cosa ci piace: uno dei diffusori Focal più convenienti.

Cosa non ci piace: basso leggermente anemico.

Klipsch Reference R-24 F – Vedi prezzo o acquista

La Klipsch è sempre stata la migliore a livello di budget. I loro diffusori sono i 1.000 euro sono leggendari e, sebbene questa versione aggiornata del vecchio R-24 F sia un po’ più costosa, ne vale sicuramente la pena. Mentre i miglioramenti sono notevoli, possiamo dire senza dubbio che sono uno tra i migliori diffusori rilasciati dall’azienda negli ultimi anni.

Per i principianti, si ottiene una versione più grande del famoso trillo Tractrix, che offre dettagli di fascia alta aggiornati. Ci sono stati alcuni ritocchi al design, i quali offrono qualcosa di fantastico: tutta la lucentezza e la fluidità che l’azienda è in grado di offrire. Vale la pena notare che i diffusori della Klipsch tendono a scendere di prezzo abbastanza frequentemente; quindi, tenere sempre d’occhio Amazon per le offerte proposte. Un particolare che cade subito all’occhio? La combinazione di colori nero e oro, la quale è ancora molto efficace.

Cosa ci piace: uno dei migliori diffusori Klipsch degli ultimi anni.

Cosa non ci piace: probabilmente dovrebbe avere un po’ più di innovazione.

Definitive Technology Mythos ST-L SuperTower – Vedi prezzo o acquista

Sappiamo che la Def Tech ha molti fan sparsi in giro e apprezzeremmo molto se non ci mangiassero vivi. Ma a nostro parere, il mitico e spettacolare Mythos ST-L SuperTower non fa abbastanza per differenziarsi dalla concorrenza. Purtroppo, ha un paio di scelte progettuali sconcertanti, come i binari incassati che rendono complicato l’attacco del filo ad un subwoofer amplificato. Non fraintendeteci, amiamo i subwoofer alimentati, ma significa che bisognerebbe collegare i diffusori alla rete elettrica e all’amplificatore. Fatta questa doverosa precisazione, passiamo ai suoi punti di forza. Innanzi tutto, offre una eccellente combinazione di suono chiaro e nitido paragonabile ad alcuni tra i migliori diffusori che abbiamo mai provato. Se il prezzo non crea enorme spavento, e non si è troppo preoccupati per le peculiarità del design, questo diffusore offre un suono eccellente e un design accattivante che si adattano perfettamente a qualsiasi ambiente e in qualsiasi situazione. Nonostante sia un po’ più difficile da rintracciare, continuiamo a preferire il modello MarkAudio-SOTA; comunque, il Mythos ST-L SuperTower è ancora eccellente.

Cosa ci piace: suono nitido e dettagliato, design particolare, sub-built.

Cosa non ci piace: sicuramente non è per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *