Pannelli fonoassorbenti piramidali e bugnato, quali acquistare?

 

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Quando si intende trattare acusticamente una stanza molti proprietari di home studio o project studio si affidano alle loro limitate capacità, magari seguendo in modo molto grezzo le indicazioni trovate in qualche blog. Molti di questi piccoli studi di registrazione comprano delle buone attrezzature come dei buoni preamplificatori, convertitori, interfacce audio, mixer, microfoni, ecc. Dopo aver speso tanti soldi in hardware trascurano la cosa più importante che è la correzione acustica della sala di ripresa o della regia. L’acustica viene vista come l’ultimo anello dopo la catena audio e quindi si cerca di risparmiare sopratutto sui pannelli acustici, acquistando i famosi pannelli fonoassorbenti piramidali o i pannelli in bugnato che sono fatti in schiuma acustica con materiali come il poliuretano.

Dove acquistare i pannelli piramidali o in bugnato?

In basso potete trovare vari pannelli acustici a basso prezzo, si tratta di fonoassorbenti piramidali e pannelli in bugnato fatti in schiuma poliuretanica. Prima di acquistare questi pannelli leggete in basso il motivo per cui noi li sconsigliamo se volete ottenere un trattamento acustico di alto livello.

Qual’e la differenza tra i pannelli piramidali e quelli in bugnato?

I pannelli piramidali a causa della loro forma appuntita hanno una superficie meno regolare e meno spessa, questo permette di assorbire molte frequenze alte e poche medio basse, spesso questi pannelli sono spessi 5 o 6 centimetri. I pannelli con uno spessore inferiore come quelli da 3 cm riescono ad assorbire solo le frequenze medio-alte. I pannelli in bugnato a parità di spessore dei pannelli piramidali riescono ad assorbire un po’ più basse frequenze ma comunque resta il fatto che i pannelli acustici poliuretanici / in schiuma acustica assorbono troppe alte frequenze e pochissime medio-basse, quindi sicuramente rovineranno la risposta in frequenza della stanza.

Perche’ non bisogna trattare la camera con i pannelli fonoassorbenti in schiuma acustica?

I pannelli acustici piramidali o in bugnato possono rivelarsi efficaci nelle camere grandi più di 50 metri quadri dove il problema reale non sono le basse frequenze, ma le prime riflessioni, sopratutto sulle medio-alte frequenze dove vi è anche un riverbero eccessivo. La realtà e che quasi tutti gli studi di registrazione professionali e non professionali non hanno stanze molto grandi, le classiche dimensioni sono: 3×3, 3×4, 3×5, 4×4, 4×5, 4×6, 5×5 e raramente dai 5×6 in poi. quindi una stanza abbastanza grande come una 5×6 arriva solo a 30 mq, eppure la maggior parte degli studi ha stanze molto più piccole. Quanto più e piccola una stanza più aumenta la sproporzione delle basse frequenze rispetto alle alte frequenze. I pannelli in schiuma acustica non dovrebbero essere utilizzati nelle comuni stanze perche assorbendo solo le “medio-alte frequenze” finiscono per far suonare una stanza peggio di quanto suonerebbe senza un trattamento acustico, rendendo la risposta in frequenza piena di bassi e povera di alti. Per rendervi conto di questo potete acquistare un microfono di misurazione come il Behringer ECM8000 ed utilizzarlo con il software gratuito REW Room EQ Wizard Room. Quando una stanza non è trattata o è trattata male, una misurazione acustica porta un grafico simile a questo:

Analizzando questo grafico potete notare che le frequenze basse sono più delle frequenze medie e alte, inoltre la risposta in frequenza non è piatta, è molto irregolare. Eseguendo la misurazione acustica in una stanza con un buon trattamento acustico è possibile ottenere una risposta in frequenza piatta come quella del grafico in basso:

Quindi con quali pannelli si tratta l’acustica di uno studio di registrazione?

La risposta è molto semplice, bisogna acquistare dei pannelli acustici che hanno un assorbimento più equilibrato, alcuni di questi sono accoppiati al legno permettendo di riflettere le frequenze medio-alte assorbendo in modo selettivo solo le medio-basse. Inoltre esistono i pannelli diffusori acustici che piuttosto che assorbile le frequenze, le spargono nella stanza in modo più uniforme in modo che la stanza abbia un suono più tridimensionale, chiaro e dettagliato, abbiamo parlato dei diffusori acustici in questo articolo, solitamente questi pannelli sono costruiti interamente in legno o plastica riflettente. I pannelli acustici professionali si possono acquistare da aziende come Vicoustic, Gikacoustics, Primacoustic, Auralex (ma solo alcuni) e quelli dell’emergente brand Pikacoustics.com che offre pannelli di qualità al prezzo più basso sul mercato, ma questo non basta perche bisogna sapere quali pannelli specifici acquistare, in che quantità e come posizionarli sulle pareti. Nel prossimo articolo parleremo anche di questo.