Come elaborare e correggere l’intonazione delle parti vocali in modo professionale

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Una volta registrata correttamente la voce bisognerà correggere l’intonazione e il tempo ovvero bisogna fare un editing vocale. E’ consigliabile registrare più tracce vocali dello stesso brano, in modo da utilizzare le parti migliori, con questo non mi riferisco alle parti vocali più intonate, ma anche a quelle più espressive o che rendono di più. Anche i cantanti più bravi e precisi possono essere imprecisi in qualche punto, quindi in base alla bravura del cantante è possibile decidere quante tratte vocali far registrare. Ricordo che tempo fà registrai la voce di un ragazzo stonatissimo creando 5 sue performance su tracce separate e scegliendo infine le parti più intonate. Nonostante tutto c’erano ancora un sacco di stonature, sapete cosa ho fatto? Ho aperto il mio buon software “Melodyne” per correggere l’intonazione vocale, ottenendo infine un risultato decente.

A mio parere i software per coreggere le stonature vanno utilizzati quando si è all’ultima spiaggia perchè rischiano di rendere una voce poco naturale, quindi non pensate che facciano miracoli, un minimo di intonazione ci vuole per ottenere dei risultati professionali. Nel caso in cui una voce presenta troppe sibilanti “ssss” è possibile applicare un effetto plugin “de-esser” come quello di Waves DeEsser. Personalmente utilizzo il bundle Waves Mercury che offre una lista enorme di plugin, compressori, equalizzatori, effetti e altri strumenti utili per il restauro dell’audio in modo da rimuovere sibilanti, rumori di fondo, ecc. Per quanto riguarda i plugin per eliminare i rumori di fondo amo in particolare quelli di algorithmix, tra cui: renovator, ScratchFree e NoiseFree, ecco il sito ufficiale http://www.algorithmix.com.

Nonostante l’uso dell’equalizzatore per far brillare la voce, la soluzione più piacevole è quella di utilizzare un eccitatore di armoniche che appunto aggiunge delle aromoniche non presenti nella traccia originale. Un eccitatore fornisce essenzialmente “lucentezza” sulle alte frequenze con l’aggiunta di armoniche al segnale sorgente. Dei bei plugin che fanno questo lavoro sono “Waves Aphex Vintage Aural Exciter”, “Refined audiometic laboratory clas” o “BBE Sonic Maximizer”. Con una combinazione di eq e l’eccitazione, è possibile ottenere una voce brillante e croccante come si desidera. In molti dei dischi più popolari le voci sono state trattate con grande luminosità, aumenta l’intelligibilità e rendendo il suono vocale “chiaro” anche su auto altoparlanti scadenti o pieni di bassi.

Ritornando alla correzione dell’intonazione esistono anche altri programmi alternativi a Melodyne, tra questi Antares Auto-tune e Waves vocal bundle, sono 3 validi software solo che a mio parere “Waves Vocal Bundle” è il più semplice da utilizzare e se la gioca meglio con melodyne che a detta di molti risulta il migliore sia in termini di qualità del mantenimento del segnale che in termini di possibilità di correzione, ma ci sono pareri contrastanti, secondo un’altra parte di utenti forse un pò più minima il migliore è Autotune di Antares, anche se ha un modo di lavorare molto diverso, volete sapere cosa ne penso? Per me i migliori sono Melodyne e Waves vocal bundle, quest’ultimo è davvero piacevole e comodo da utilizzare.