11 migliori microfoni per youtuber e podcaster del 2019

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

 

Il podcasting si sta affermando sempre di più come strategia di marketing in vari settori dell’industria. D’altronde, non esiste modo migliore per condividere la propria conoscenza o il proprio brand attraverso conversazioni, interviste e interazione verbale.

Se stai pensando anche tu di fare podcasting ma non sai da dove iniziare, abbiamo messo insieme alcuni suggerimenti per aiutarti a capire quali sono i migliori microfoni per il podcasting. Anche se è fondamentale concentrarsi sul contenuto, non è da sottovalutare l’importanza di avere a disposizione l’apparecchiatura ideale.

Uno strumento che garantisce una resa del suono di livello professionale può fare la differenza tra un podcast di successo e un podcast che non ottiene consensi. Mettila in questo modo: cosa penseresti se ascoltassi un podcast pieno di schiocchi e crepitii? Conosciamo entrambi la risposta.

Dunque, prima di darti alle spese folli e insensate, vediamo insieme quali caratteristiche bisogna valutare nella scelta del microfono per podcasting, in modo da essere sicuro di acquistare effettivamente lo strumento che si adatta alle tue esigenze.

  • Dinamico o a condensatore?

    Questa scelta è condizionata solitamente dal proprio gusto personale, ma è bene che tu abbia una precisa idea del tipo di suono che vuoi ottenere. I microfoni dinamici sono più focalizzati sulla sorgente audio e la qualità del suono risulta più calda. I microfoni a condensatore, invece, hanno una resa sonora più chiara e vivace, ma c’è il rischio che catturino anche i rumori di fondo. Si tratta solo di capire che tipo di suono preferisci.

  • XLR o USB?

    Vuoi qualcosa che funzioni collegandola direttamente al computer, o preferisci uno strumento che necessita di un alimentatore aggiuntivo? Prendere una decisione in merito al tipo di alimentazione condizionerà molto la tua scelta, non solo quella del microfono ma anche di eventuali successive modifiche al setup. Ricorda anche che la maggior parte dei microfoni USB sono a condensatore. I microfoni XLR necessitano di una sorgente di alimentazione aggiuntiva, ma puoi trovarne sia di dinamici che a condensatore.

  • Qual è il tuo budget?

    Per la maggior parte dei podcaster questo criterio di scelta è quello decisivo, quello che determina la scelta definitiva del microfono. Se sei appena entrato nel mondo del podcasting, è meglio scegliere un buon microfono economico piuttosto che investire soldi in attrezzature di lusso o in software di produzione audio, anche perché non è detto che ti serviranno. D’altra parte, se hai già esperienza nella produzione audio e i tuoi standard di qualità del suono sono elevati, allora è giusto optare per uno strumento di alta gamma.

Adesso che hai le idee un po’ più chiare sulle caratteristiche da valutare nell’acquisto, procediamo con la nostra classifica degli 11 migliori microfoni per podcasting.

Sentiti libero di lasciarci i tuoi commenti e i tuoi suggerimenti in fondo al post.

  1. Microfono Vocale Dinamico Shure SM7B. Il nostro preferito in assoluto – Vedi prezzo o acquista

La chiave per un podcast di successo è il microfono. Quando registri, l’unico strumento che può catturare l’attenzione del tuo pubblico è la tua stessa voce. Un microfono professionale con una resa sonora di alta qualità darà più valore alla tua registrazione, catturando ogni tua sillaba e tenendo viva l’attenzione degli ascoltatori.

Per questo motivo ci sentiamo di raccomandare lo Shure SM7B, capace di riprodurre accuratamente il suono in alta fedeltà, con una risposta in frequenza molto ampia, e che dà risalto alla voce in maniera pulita e naturale. Sia che registri i tuoi discorsi o della musica, lo Shure SM7B enfatizza il suono nella gamma dei medi tramite il presence boost per mantenere il suono più naturale possibile.

I microfoni sono in grado di catturare suoni e frequenze impercettibili all’orecchio umano. Ad esempio, potresti non accorgerti del ronzio elettromagnetico che emette il tuo computer, ma un microfono lo intercetterà, riducendo drasticamente la qualità della registrazione. Lo Shure SM7B, però, è progettato per isolare quel fastidioso ronzio e le interferenze a banda larga, in modo da offrire un suono pieno e pulito. Inoltre, questo microfono è dotato di filtro anti-pop che protegge la registrazione anche dai tipici rumori che fai quando respiri.

Inoltre il microfono è dotato di filtro anti-vento rimovibile, che non solo contribuisce a ridurre i rumori chiassosi e improvvisi, ma crea anche un tono caldo, che è l’ideale per l’atmosfera intima e raccolta delle registrazioni dei podcast. Ai tuoi ascoltatori sembrerà di averti lì, nella stessa stanza, quando parli.

È anche fornito di un supporto a forcella che facilita il montaggio del microfono e ti permette di posizionarlo con la massima precisione, per rendere il processo di registrazione più confortevole che mai.

Con una incredibile risposta in frequenza da 50Hz a 20kHz, lo Shure SM7B è ottimizzato per percepire la più ampia varietà di suoni, con la sicurezza che nessun suono e nessuna frequenza verrà tralasciata durante la registrazione. Con questo microfono puoi stare tranquillo di ottenere il massimo della qualità audio sia parlando direttamente davanti al microfono, sia stando comodamente seduto sulla tua sedia davanti alla scrivania.

Lo Shure SM7B è uno dei microfoni per podcasting più recensiti e consigliati in tutto il mondo, quindi se cerchi un microfono che ti garantisca delle registrazioni di alta qualità, questo fa al caso tuo. Il prezzo si aggira tra i 400 e i 500 €, ma stai pur certo che a questo prezzo non troverai uno strumento migliore dello Shure SM7B

  1. Microfono Dinamico da Registrazione in Studio Heil PR-40. Il migliore sotto i 500 € – Vedi prezzo o acquista

Progettato per il broadcast commerciale e per le registrazioni dal vivo o in studio più sofisticate, il microfono Heil PR-40 si rivela essere il più performante tra i microfoni a condensatore, anche grazie all’ampia risposta in frequenza. La casa Heil può vantare 25 anni di esperienza e di successi nel settore audio, con la reputazione di costruire microfoni robusti e di qualità. Le recensioni su questo microfono lo descrivono come assolutamente affidabile, e con un’incredibile capacità di isolamento dei rumori laterali e posteriori, mentre alcuni microfoni simili ma più economici possono avere dei guasti occasionali o difetti tecnici.

Ha un suono che piace molto ai podcaster navigati, l’equilibrio perfetto tra il vivace e il tenue, come velluto liquido. E’ un fantastico microfono end fire che mette d’accordo davvero tutti, dai broadcaster ai vocalist ai podcaster.

L’unico aspetto negativo è che, nonostante il prezzo non proprio a buon mercato, necessita di preamplificazione.

  1. Microfono a Condensatore Rode NT1-A. – Vedi prezzo o acquista

Il Rode NT1-A è molto amato per la sua versatilità dagli studi di registrazione, dagli staff della produzione televisiva, dai podcaster professionisti e anche dai musicisti.

E’ dotato di una capsula da 1” montata su supporto antivibrazioni, con diaframma placcato in oro, ampia risposta in frequenza ed ottimo rapporto segnale-rumore. La figura polare cardioide minimizza i rumori fuori asse, isola le interferenze ambientali e quelle generate dai monitor e dagli strumenti fuori asse.

Questo microfono è basato su sistema FET senza trasformatore, è alimentato tramite XLR ed è venduto dal costruttore con una garanzia di 10 anni. Quindi, se stai cercando un microfono in grado di gestire anche i progetti di registrazione più complessi, non puoi lasciarti scappare il Rode NT1-A a meno di 400 €

  1. Microfono Vocale Dinamico Broadcast Rode PROcaster. Il migliore sotto i 250 € – Vedi prezzo o acquista

Questo microfono dinamico presenta una figura polare stretta e una risposta in frequenza particolarmente adatta alla voce, donando un suono ricco che difficilmente si può ottenere da un microfono a condensatore.

A parte l’ottima qualità del suono, il Rode PROcaster dispone di una tecnologia integrata che assicura che i rumori di fondo non intaccheranno in alcun modo la qualità della registrazione audio. È dotato di filtro interno anti-pop per minimizzare le distorsioni, e di supporto antivibrazione nella capsula in modo da limitare i rumori di maneggiamento. Anche per quanto riguarda la robustezza del telaio, bisogna dire che la solidità strutturale garantisce durevolezza e affidabilità nel tempo.

Questo gioiellino è alimenatato a XLR, ma la Rode ha creato anche una versione USB nella serie di microfoni per podcast. Le recensioni definiscono il Rode PROcaster particolarmente adatto all’uso da solista, quindi tienine conto se questo è il tuo caso. In definitiva, è un robusto microfono molto amato dai podcaster per la sua capacità di ridurre i rumori ambientali, di eliminare virtualmente le plosive e di donare alla voce un timbro morbido e fluido.

  1. Microfono a Condensatore USB Editor Keys Studio Series SL300. – Vedi prezzo o acquista

Questo è uno dei microfoni più semplici da utilizzare nella sua fascia di prezzo dal momento che non richiede l’installazione tramite cd, avendo il driver integrato. Particolarmente indicato per i cantanti, i musicisti e i podcaster, il microfono SL300 è provvisto di doppio diaframma da 34mm antivibrante, che lo rende ottimo anche per il podcast a due voci.

Inoltre ha interruttori multifunzione: sulla sinistra c’è un interruttore low cut che riduce le frequenze al di sotto dei 200Hz, e sulla destra un interruttore per registrare a -10dB. Ti basterà collegarlo via USB al tuo computer e potrai iniziare immediatamente a goderti le funzionalità di questo microfono, che viene recensito positivamente anche per la possibilità di lavorare con tantissimi software, tra cui Cubase, Logic, Reason, Serato, Final Cut, Premiere, Avid e After Effects, ad un prezzo incredibilmente vantaggioso.

  1. Microfono USB Cardioide a Condensatore Audio Technica AT2020USB. Il migliore sotto i 150 € – Vedi prezzo o acquista

Compatibile sia con Mac che con PC, questo microfono USB a condensatore è molto popolare tra i podcaster soprattutto per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

È caratterizzato da una membrana a bassa massa progettata su misura per garantire un’ampia risposta in frequenza ed eccellente risposta ai transienti. Inoltre, il diagramma polare cardioide riduce sensibilmente i rumori che arrivano lateralmente e posteriormente.

Grazie all’alimentazione via USB l’AT2020USB si rivela ottimo per i principianti e per i podcaster occasionali, dal momento che basta collegarlo al pc e iniziare a registrare, magari abbinandolo a un buon software. La recensioni degli utenti premiano la facilità di utilizzo, la portabilità e il prezzo davvero accessibile, visto che in linea generale il prezzo di un buon microfono a condensatore si aggira sui 300€.

L’AT2020USB è ideale non solo per il podcasting, ma si adatta benissimo anche ad altre applicazioni, come la registrazione digitale, la musica, i voiceover e le registrazioni in esterno. La confezione include treppiede da tavolo, supporto girevole per aste filettate da 5/8”-27, cavo usb e custodia protettiva.

  1. Microfono Blue Yeti USB – Blackout Edition. – Vedi prezzo o acquista

Bello e anche bravo, il Blue Yeti USB è famoso in tutto il mondo per rappresentare il connubio perfetto tra un design accattivante e un’eccellente qualità audio. È un microfono alimentato via USB, il che lo rende ottimo anche sotto l’aspetto della portabilità, ma ciò che i consumatori amano più di ogni altra cosa del Blue Yeti USB è la sua estrema versatilità.

Ha ben 4 modalità di registrazione: stereo, cardioide, omnidirezionale e bidirezionale, così puoi scegliere esattamente il tipo di suono che vuoi ottenere. Questa funzionalità lo rende la scelta ideale per i podcaster che vogliono catturare i rumori ambientali o le conversazioni tra due o più persone.

Oltre a essere di facile installazione plug-and-play, è anche molto intuitivo per quanto riguarda le altre funzioni, come la regolazione del volume delle cuffie, il controllo del gain e la modalità instant mute. È fornito di jack da 3,5mm per le cuffie ed è venduto con una garanzia di 2 anni. La confezione include un comodo supporto da scrivania girevole e regolabile, e c’è la possibilità di avere un supporto antivibrazioni Radius come optional.

Non è esattamente il massimo in quanto a portabilità a causa del suo peso, e potrebbe essere necessario acquistare a parte un filtro anti-pop, ma resta comunque uno dei più popolari microfoni per podcasting per il suo design e il rapporto qualità-prezzo.

  1. Microfono USB Blue Snowball con Cuffie da Studio e Filtro anti-pop. Il migliore sotto i 100€ – Vedi prezzo o acquista

Questo bundle è composto dal più popolare microfono da podcast per principianti, il Blue Snowball, e da un set di cuffie JVC e filtro anti-pop Knox, una combinazione vincente che ti permette di dare subito il via alla tua prima produzione.

Il microfono è alimentato tramite cavo USB e, nonostante la compattezza, garantisce una qualità audio degna di uno studio di registrazione. Cantanti, musicisti, podcaster, gamer e intervistatori, sono tutti concordi sul fatto che, ad un prezzo davvero vantaggioso, il Blue Snowball è perfettamente in grado di adattarsi a una grande varietà di applicazioni.

Ci sono tuttavia alcuni feedback negativi riguardo a questo bundle, che riferiscono che il filtro anti-pop si è rivelato un po’ complicato da installare, e alcuni consumatori non sono entusiasti della qualità delle cuffie. D’altra parte, nella sua fascia di prezzo, è comunque uno starter kit di tutto rispetto per il podcasting e il voiceover.

  1. Microfono a Condensatore MXL990 con supporto antivibrazione – Vedi prezzo o acquista

L’ MXL990 è la scelta ideale se ti piacciono i microfoni dal design vintage ma con il vantaggio della tecnologia moderna. Questo microfono ha l’aspetto accattivante di uno strumento d’altri tempi con una finitura satinata, eppure offre una qualità del suono professionale, adatta sia alle registrazioni analogiche che a quelle digitali.

È un microfono a condensatore, quindi garantisce un suono chiaro e vivace, e oltre a ostentare una certa ricchezza estetica, anche i circuiti e i componenti minuti sono di ottima qualità. Ha una risposta in frequenza da 30Hz a 20kHz, capacità di gestire fino a 130dB di SPL ed è dotato di shockmount per garantire la stabilità del suono.

Il telaio è robusto e le recensioni riferiscono che è in grado di isolare benissimo i rumori ambientali di fondo. Usa un cavo XLR e ha bisogno di alimentazione phantom, ma a meno di 100 € rappresenta la scelta migliore per i podcaster e i musicisti amatoriali.

  1. Microfono a Condensatore Portatile USB Samson Go Mic. Il migliore sotto i 50 €. – Vedi prezzo o acquista

Se sei costantemente in movimento e hai bisogno di un microfono che stia al passo, il Samson Go Mic è il miglior microfono portatile nella sua fascia di prezzo.

È super compatto, ma non farti ingannare dalle misure, perché ha delle caratteristiche davvero grandiose: è compatibile con i software di riconoscimento vocale, iChat, VOIP, web casting e produzione voiceover; ha un design funzionale e versatile, visto che può stare appoggiato sulla scrivania o agganciato al portatile; è plug-and-play senza necessità di driver; ha la possibilità di selezionare la figura polare tra cardioide e omnidirezionale, così in base alle tue esigenze puoi restare concentrato sulle voci oppure catturare i suoni ambientali; ha una risposta in frequenza da 20Hz a 18kHz e risoluzione 16bit/44.1kHz.

Questo microfono include il software Music Creator di Samson, per migliorare la qualità audio anche mentre crei il tuo podcast. I consumatori hanno notato che il Samson Go Mic è particolarmente sensibile e che il suono è leggermente più caldo rispetto ad altri microfoni della stessa gamma. L’unico aspetto negativo è che potrebbe servirti un filtro anti-pop, ma si tratta di un’ottima scelta nella fascia bassa di prezzo.

  1. Microfono Dinamico Vocale Pyle PDMICR42SL Classic Retro Vintage Style con cavo XLR da 16 piedi. – Vedi prezzo o acquista

Questo microfono in stile retro, pensato appositamente per i musicisti, è in genere la scelta più logica per tutti coloro che vogliono fare delle registrazioni amatoriali, ma si adatta bene anche al podcasting.

Testato efficacemente sia sul palco che in studio, il PDMICR42SL offre un suono più ricco rispetto ai microfoni a condensatore. È alimentato a XLR, ha una risposta in frequenza da 30Hz a 15kHz e ha una figura polare cardioide che assicura registrazioni fluide e omogenee, ed è fornito con supporto girevole autotensionante.

I consumatori adorano questo look retro e apprezzano il prezzo ridotto, ma bisogna dire che la qualità strutturale è carente, così come la resa sonora. Se non ti preoccupano particolarmente i crepitii e gli schiocchi, per cominciare la tua carriera da podcaster il PDMICR42SL andrà più che bene.

Conclusioni

Ricorda sempre che, nonostante tutti i suggerimenti che possiamo darti, devi comunque possedere almeno le nozioni di base su come maneggiare queste apparecchiature, indipendentemente dal microfono che deciderai di acquistare.

Ricorda anche che più vicino stai al microfono quando parli, più il suono risulterà compatto e uniforme, e fai molta attenzione a modulare il tuo discorso tenendo conto delle plosive. Usa le cuffie per avere un feedback immediato su come risulterà la tua voce quando il tuo pubblico la ascolterà.

e… buon podcasting!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *